Europei

L’Europeo nel 2021 continuerà a chiamarsi Euro 2020

“Per gli Europei del prossimo anno confidiamo che tutti le nostre sedi rimarranno le stesse, garantendo che il torneo rimanga fedele alla sua visione originale: organizzare un evento veramente europeo che si addice al suo 60° compleanno. Il torneo sarà ancora chiamato Euro 2020“.

Lo ha tenuto a specificare la Uefa in una nota in cui illustra le strategie che sono state adottate al momento per risolvere il problema dei campionati e dei tornei alla luce del rinvio dell’Europeo a causa dell’emergenza coronavirus.

“È troppo presto per dire quando il calcio verrà giocato di nuovo. Come abbiamo fatto dall’inizio della pandemia di COVID-19, la UEFA continuerà a collaborare con l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e le autorità nazionali per guidare la risposta del calcio europeo a una crisi in costante cambiamento.

Le decisioni di martedì dimostrano che siamo pronti a fare scelte difficili e si baseranno sempre sulla consulenza di esperti e porranno al primo posto la salute di tutti i soggetti coinvolti – si legge sul sito ufficiale – Riteniamo che il rinvio di EURO 2020 sia la migliore soluzione per il calcio europeo. Ci auguriamo che possano essere completate tutte le competizioni nazionali e internazionali attualmente in sospeso.

Il consenso alla base di questo approccio, che collega le nostre 55 federazioni associate, la FIFPro e i rappresentanti delle leghe e dei club europei, sottolinea l’unità della comunità calcistica nell’affrontare l’impatto di COVID-19. In un’epoca di sfide senza precedenti, il nostro sport sta dimostrando le sue migliori qualità: forza, solidarietà e tolleranza”.

Giovanni De Luca

Giovanni De Luca è nato il 13 agosto 1986, vive a Celle di Bulgheria (SA) e le sue principali passioni sono: il giornalismo, la storia locale, la scrittura e la musica.

Articoli correlati

Back to top button