Champions: PSG-Bayern Monaco 0-1, tedeschi campioni d’Europa

Bayern Monaco

Un capolavoro firmato soprattutto da Flick che dopo aver preso per mano la squadra l'ha trasformata in una macchina praticamente perfetta

Il Bayern si aggiudica la Champions League 2019-2020, si laurea campione d’Europa per la sesta volta nella sua storia e per la seconda conquista il Triplete.

A Lisbona i tedeschi battono 1-0 il Psg grazie a un colpo di testa di Coman al 59′. Giornata storta per Mbappé, che sbaglia una facile occasione, mentre Neuer è super su Neymar e Marquinhos. Lewandowski, capocannoniere con 15 gol, è fermato dal palo.

PSG-Bayern: la cronaca

11 vittorie su 11, come mai nessuno prima nella storia della rassegna. Pur non incantando come contro il Barcellona, ha vinto la squadra migliore, compatta, bravissima nel pressing e capace di disinnescare i solisti di Tuchel.

Scherzo del destino, il matchwinner è stato quel Coman. Lui cresciuto proprio sotto la Tour Eiffel e che appena 18enne è andato via a parametro zero per approdare alla Juventus.

Nel primo tempo, le occasioni più nitide sono capitate ai parigini, che hanno sbattuto su un grande Neuer (Neymar al 18′) e pagato a caro prezzo l’imprecisione negli ultimi 20 metri con Mbappé e Di Maria.

Tra i bavaresi è stato il solito Lewandowski a creare grattacapi a Navas, fermato dal palo (22′) e dall’ex portiere del Real, reattivo su un colpo di testa centrale del polacco da pochi passi.

Il gol di testa di Coman poco prima dello scoccare dell’ora ha spezzato l’equilibrio. Il Psg ha subito il colpo e rischiato di prendere il raddoppio poco. Nemmeno gli ingressi di Verratti, Draxler e di Choupo-Moting sono stati sufficienti.

I bavaresi hanno tenuto senza troppi patemi. Hanno rischiato solo su una conclusione di Marquinhos murata da uno stupendo Neuer e in pieno recupero, quando Choupo-Moting ha mancato l’impatto da pochi passi.

Per Icardi una Final Eight da dimenticare, con un’altra panchina e nessun minuto in campo. Buona la direzione di gara di Orsato, che ha tenuto bene in mano la gara (8 i cartellini gialli sventolati), sicuro e senza esitazioni su un paio di dubbi in area di rigore, uno per tempo: il contatto Kehrer-Coman e quello KimmichMbappé.

PSG-Bayern Monaco: il tabellino

Marcatori: 59′ Coman (B).

Paris Saint-Germain (4-3-3): Navas; Kehrer, Thiago Silva, Kimpembe, Bernat (80′ Kurzawa); Paredes (64′ Verratti), Marquinhos, Herrera (72′ Draxler); Di Maria (80′ Choupo-Moting), Mbappé, Neymar. Allenatore: Tuchel.

Bayern Monaco (4-2-3-1): Neuer; Kimmich, Boateng, Alaba, Davies; Goretzka, Thiago (86′ Tolisso); Gnabry (68′ Coutinho), Muller, Coman (68′ Perisic); Lewandowski. Allenatore: Flick.

Arbitro: Orsato (ITA).

TAG