ApprofondimentiSerie ASerie B

Serie A, ecco quanto vale e come funziona il paracadute per le retrocesse

A 90′ dalla fine del campionato, con Benevento ed Hellas Verona già sicure di giocare la prossima Serie B, Chievo Verona, Udinese, Cagliari, SPALCrotone si giocano la permanenza nella massima serie italiana. In caso di retrocessione, per ogni squadra spetta un “premio” che funge come da paracadute.

COME FUNZIONA IL PARACADUTE

Le squadre retrocesse sono divise in tre fasce: quelle della fascia A sono le neopromosse tornate in Serie B dopo appena stagione; quelle di fascia B le retrocesse dopo aver militato in A per due stagioni anche non consecutive nelle ultime tre; quelle di fascia C, invece, vede le retrocesse che lasciano la Serie A dopo aver militato in essa per tre stagioni anche non consecutive nelle ultime quattro, compresa quella in cui è maturata la retrocessione.
A ciascuna società di fascia A va un importo pari a 10 milioni di euro, alle società di fascia B una somma di 15 milioni di euro mentre ai club della fascia C è destinata una cifra di 25 milioni di euro.

LE CIFRE PER BENEVENTO, HELLAS VERONA E LA TERZULTIMA

Stando a quanto scritto, il Benevento riceverà 10 milioni di euro dopo la retrocessione mentre all’Hellas Verona andranno 25 milioni di euro grazie alle tre stagioni in Serie A non consecutive (2014/2015, 2015/2016, 2017/2018). Per la terzultima, gli scenari sarebbero i seguenti: la SPAL incasserebbe 10 milioni di euro come i sanniti, il Crotone avrebbe a disposizione 15 milioni di euro in virtù delle due stagioni consecutive in Serie A. A Cagliari, Chievo Verona e Udinese, ormai da anni nella massima serie, spetterebbero 25 milioni di euro per ripartire.

LE NOVITÀ DI QUESTA STAGIONE

Rispetto alle scorse retrocessioni, se la quota di 60 milioni di euro prestabilita dalla Lega di Serie A dovesse avere dei residui, tale cifra andrebbe ad alimentare il paracadute fino a 75 milioni di euro e non verrebbe redistribuita. Questo scenario si verificherebbe se dovessero retrocedere in Serie B tre società di fascia C, dunque non si verificherà nel 2017/18.

In passato, al raggiungimento dei 60 milioni, le quote di ciascuna squadra venivano ridotte proporzionalmente. Da questa stagione, però, non sarà più così più. Per quanto riguarda la riscossione, il 40% del paracadute viene versato il giorno successivo dell’ultima gara del campionato che ha portato alla retrocessione, mentre la seconda quota viene versata entro 15 giorni dalla disputa della prima gara della nuova stagione in serie cadetta.

Ciro D'Auria

Napoletano classe '95, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Al di là della passione viscerale per il calcio, nutre un grande interesse per il basket e il tennis, oltre che per l'arte e il gaming.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button