Serie A

Juventus, nuovo ricorso sullo scudetto 2006

Non c’è modo migliore, o peggiore se volete, di avvicinarsi a Inter – Juventus, se non rispolverando vecchie dispute, in particolare quella più “agguerrita”: Calciopoli.

Ennesimo ricorso

E’ da anni oramai che il presidente Agnelli cerca di far togliere lo scudetto 2006 ai nerazzurri, il così detto “scudetto di cartone”, e a 13 anni dalla sentenza che portò i bianconeri in Serie B, al Collegio di Garanzia arriva l’ennesimo ricorso, in cui testo recita: “La società Juventus chiede al Collegio di Garanzia, definitivamente pronunciando, contrariis reiectis:

– in via principale, di dichiarare inesistenti, nulle e/o di annullare le decisioni della Corte Federale di Appello della FIGC, emesse a Sezioni Unite, in data 30 agosto 2019, prot. n. 2826/AM/ri e in data 3 settembre 2019, prot. n. 3023/AM/ri, con errata corrige e, per l’effetto, di annullare:

la delibera del Consiglio Federale della FIGC, in data 18 luglio 2011, n. 219/CF, pubblicata il 19 luglio 2011, di reiezione di un’istanza di revoca in autotutela, presentata dalla Juventus Football Club S.p.a., in data 10 maggio 2010, del provvedimento del Commissario Straordinario della FIGC, avv. Guido Rossi, in data 26 luglio 2006, di assegnazione del titolo di Campione d’Italia per il Campionato Italiano di Calcio di Serie A, anni 2005 – 2006, alla società F.C. Internazionale Milano S.p.A.;

l’atto del Commissario Straordinario della FIGC, avv. Guido Rossi, in data 26 luglio 2006, di assegnazione del titolo di Campione d’Italia alla società F.C. Internazionale Milano S.p.A. per il Campionato di Calcio degli anni 2005 – 2006, pubblicato in data 19 luglio 2011;

e, per l’effetto, di dichiarare non assegnato il titolo di Campione d’Italia per gli anni 2005 – 2006;

– in subordine, di rinviare all’organo di giustizia federale competente, enunciando il principio di diritto, ex art. 12 bis, comma 3, dello Statuto del CONI e artt. 54 ss. del Codice di Giustizia del CONI.”

Articoli correlati

Back to top button