Serie A

Serie A: finisce 2-2 al Paolo Mazza di Ferrara tra SPAL e Milan

Di Biagio sceglie Floccari e non Cerri a fianco di Petagna e deve fare a meno di Felipe, squalificato. In porta, considerata ancora l’assenza di Berisha, tocca ancora a Letica. L’ex commissario tecnico dell’Under 21 opera un turnover quasi totale rispetto alla gara persa a Napoli, cambiando 8 titolari su 11.

Pioli lascia invece inizialmente in panchina il rientrante Ibrahimovic, pronto a fare il proprio ingresso in campo a gara in corso. In difesa c’è Gabbia e non Kjaer. Sulla trequarti Paquetá, che prende il posto di Bonaventura.

Il Milan va a caccia della terza vittoria di fila, dopo i successi contro Lecce e Roma. La SPAL, reduce da sei sconfitte consecutive in casa, è invece ultima in classifica e il ritorno in Serie B, insieme al Brescia, dopo tre stagioni si sta avvicinando sempre di più.

Il bilancio dei precedenti in Serie A è favorevole al Milan: i rossoneri hanno vinto 24 dei 37 confronti contro la SPAL. La cui unica vittoria, peraltro ottenuta a San Siro, risale addirittura al 1957

La gara d’andata, disputata lo scorso 31 ottobre a San Siro, vide il Milan prevalere di misura: 1-0 grazie a un calcio di punizione vincente di Suso. Le due squadre si sono sfidate anche a gennaio in Coppa Italia, sempre a San Siro: netto il 3-0 a favore della squadra di Pioli.

SPAL-Milan: la cronaca

Dopo solo quattro minuti, il primo squillo è del Milan: Paquetá ha spazio fuori area e calcia col sinistro, ma Letica è attento e blocca. Ancora i rossoneri prima con Rebic che fa la torre ma per nessuno e poi con Castillejo che prova la conclusione, ma lo spagnolo strozza il sinistro da buona posizione: palla fuori.

Buon avvio degli ospiti che ci provano con Rebic: il croato tenta la sterzata sul sinistro, ma perde palla. Al 13′ da azione d’angolo, dopo una serie di rimpalli la palla arriva sottomisura all’ex veronese, che segna anche grazie ad una deviazione di Çalhanoglu. SPAL-MILAN 1-0, GOL DI VALOTI. 

Tre minuti dopo fuori Castillejo e dentro il belga Saelemaekers, già autore di un bell’impatto contro la Roma. Ancora Milan con Paquetá che tocca per Çalhanoglu, che apre il piatto e costringe Letica al volo. La squadra di Pioli sta andando all’assalto del fortino della SPAL, mentre quella di Di Biagio si difende con le unghie e con i denti, salvata anche dal proprio portiere.

Al 22′ ancora Çalhanoglu che calcia da fuori, ma sbaglia la mira. Ancora i rossoneri con Saelemaekers: buon movimento al limite e destro che, deviato, finisce sul fondo sotto lo sguardo di Letica. Dall’angolo successivo Paquetá gira di testa sul primo palo,  ma è solo esterno della rete.

Vuole il gol del pareggio il Milan: Çalhanoglu scodella col sinistro sul secondo palo, dove Saelemaekers sparacchia in curva al volo. Al 30′ stupendo gol dell’ex laziale, che vede Donnarumma fuori dai pali e da 30 metri, dopo un rimbalzo, lo supera con un destro di controbalzo perfetto. SPAL-MILAN 2-0, GOL DI FLOCCARI.

Prova a rispondere la squadra di Pioli con Paquetá: finta per andare sul destro e conclusione sul primo palo ma Letica respinge nuovamente. Spreca ancora il Milan con Rebic: l’ex viola si ritrova il pallone sul sinistro dal limite, ma calcia senza potenza e precisione. Al 37′ il Milan accorcia le distanze e torna a credere nella rimonta: Rebic mette al centro col sinistro e il turco colpisce in maniera sporca, mettendo fuori causa il portiere dei padroni di casa. Dopo un check VAR, Mariani annulla per un fuorigioco millimetrico di Rebic il gol del Milan. SI RESTA SUL 2-0 PER LA SPAL.

Al 41′ D’Alessandro entra male su Theo Hernandez e Mariani non può che estrarre il cartellino giallo. Dopo aver visto il replay, il direttore di gara cambia il colore del cartellino. SPAL in 10 uomini. Espulso D’Alessando.

Quattro minuti dopo staffilata con il destro di Çalhanoglu e palla che colpisce la base del palo, con Letica vanamente proteso in tuffo.Vuole la rete per riaprire la partita il Milan che ci prova con Theo Hernandez, la cui botta mancina da fuori non trova lo specchio della porta.

L’ ultima occasione della prima frazione è ancora di marca rossonera: Romagnoli lancia in area Calabria, che calcia benissimo al volo ma manca di un nulla il secondo palo di Letica. Dopo sei minuti di recupero finisce il primo tempo al Paolo Mazza: SPAL-MILAN 2 a 0.

SPAL-Milan: secondo tempo

Nella ripresa, Missiroli prende il posto di Floccari. Di Biagio, in vantaggio ma in inferiorità numerica, si copre togliendo un attaccante. il Milan risponde con l’ingresso di Rafael Leão al posto di Calabria. Saelemaekers farà il terzino.

Ancora Milan con Paquetá: gran sinistro del brasiliano con Letica, che gli dice nuovamente di no. Si fa rivedere la SPAL con Petagna, ma l’ex Atalanta calcia molto male dai 20 metri: tiro in curva. Ci prova nuovamente Paquetá prima con un sinistro debole e centrale che Letica blocca, e poi con il destro: deviazione e palla fuori sotto lo sguardo del portiere di casa.

Al 57′ Rebic al cross, sul secondo palo Saelemaekers fa la sponda e, quasi sulla linea, la SPAL allontana. Il Milan continua ad attaccare con Leão che scappa verso la porta e tocca all’indietro per Rebic, che però spara alle stelle. Al 65′ doppio cambio nel Milan: Pioli si gioca la carta Ibrahimovic e toglie Rebic, molto impreciso alla conclusione. In campo anche Laxalt, che sostituisce Theo Hernandez sulla fascia sinistra.

Al 69′ cross di Çalhanoglu troppo verso Letica, che blocca. Si fa subito vedere Ibrahimovic: gran cross sul secondo palo di Saelemaekers e colpo di testa alto dello svedese. Ancora Milan con Çalhanoglu: destro da lontano, deviazione e palla che rotola accanto al palo di Letica, che era stato messo fuori causa.

Sette minuti dopo la SPAL si fa rivedere con un guizzo di Strefezza, che resiste alla carica di un avversario e calcia: facile la parata di Donnarumma. Pochi minuti dopo ammonito Di Biagio per proteste. Al 79′ errore di Tomovic, che serve il portoghese: stop e destro piazzato alle spalle dell’immobile Letica. SPAL-MILAN 2-1, GOL DI LEAO.

Quattro minuti dopo, secondo giallo in pochi minuti, sempre per proteste, all’allenatore della SPAL. Di Biagio costretto ad abbandonare il campo. Ci riprova il Milan con Ibrahimovic: punizione calciata di potenza, deviazione della barriera e palla di pochissimo a lato con Letica immobile.

Altra occasione per Paquetá, che colpisce debolmente al volo: Letica, ancora una volta, non si fa trovare impreparato.  Al 92‘ il destro di Leão da ottima posizione è ribattuto. Succesivamente la conclusione di Bonaventura viene rimpallata in angolo. Sul seguente calcio d’angolo, cross del solito Saelemaekers e intervento in scivolata del capitano ospite, che mette la palla alle spalle di Letica. SPAL-MILAN 2-0, AUTOGOL DI VICARI. Dopo sei minuti di recupero, finisce il match del Paolo Mazza: SPAL-MILAN FINISCE 2-2

SPAL-Milan: il tabellino

RETI: 13′ Valoti, 30′ Floccari, 79′ Leao, 90+3 aut. Vicari

SPAL (4-4-2): Letica; Sala, Vicari, Bonifazi (66′ Salamon), Tomović; Valdifiori, Dabo (81′ Cionek), Valoti (45′ Missiroli); Floccari (45′ Fares) (73′ Strefezza), Petagna. A disposizione: Thiam, Meneghetti, Tunjov, Castro, Murgia, Cuéllar, Cerri. Allenatore: Di Biagio.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria (45′ Rafael Leao), Gabbia, Romagnoli, Theo Hernández (64′ Laxalt); Kessié, Bennacer (70′ Bonaventura); Castillejo (16′ Saelemaekers), Paquetá, Çalhanoglu; Rebić (64′ Ibrahimovic). A disposizione: Begović, A. Donnarumma, Conti, Kjaer, Biglia, Krunić, D. Maldini. Allenatore: Pioli.

AMMONITI: 45′ Valoti, 57′ Letica, 78′ Di Biagio

ESPUSLI: 42′ D’Alessandro, 83′ Di Biagio

ARBITRO: Mariani

Articoli correlati

Back to top button