Approfondimenti

Juventus, dal Sarrismo all’Allegrismo fino ad un allarmismo (forse) esagerato

Il “Sarrismo”, per come lo si era inteso ai tempi di Napoli non è riproponibile in parti uguali o simili alla Juve. Questo un punto di partenza che però non deve distogliere l’attenzione di un gioco diverso che la squadra bianconera sta cercando di mettere in mostra. Intanto sui social e sul web i tantissimi tifosi della ‘Vecchia Signora’ si dicono nostalgici dei tempi in cui regnava (nemmeno troppo incontrastato) l’Allegrismo.

Sarrismo Juve: in Serie A quanta fatica con le piccole

Affermare che il sarrismo in casa Juve si sia fermato a quella serata di San Siro non è una bestemmia (con più di 20 passaggi che portano al gol di Higuain da leccarsi i baffi). Quanto visto contro l’Inter o nei primi 60′ contro il Napoli o in altre gare come SPAL, Brescia e Leverkusen dove alcuni principi tattici del nuovo tecnico sono stati applicati in maniera asfissiante quanto maniacale, non è paragonale a quanto “ammirato” ieri sera contro il Genoa.

Tanta fatica con le piccole non solo in Serie A ma anche in Champions League, come visto contro la Lokomotiv Mosca. Basta una doppia linea di chiusura ben stretta tra centrocampisti e difensori avversari a spegnere sul nascere principi di gioco che rientrano nei canoni del sarrismo? Il rimedio, a tatto, o perlomeno ad esperienza, che porta in errore i giocatori della Juve porta al lancio lungo o al cross. Tutte peculiarità, queste, che fanno parte al contrario della cultura che si cela sotto un altro neologismo, l’allegrismo.

Allegrismo, per alcuni tifosi della Juventus “si stava meglio quando si stava peggio”

Nostalgia canaglia. Nostalgia che avvolge alcuni tifosi della Juventus che non possono esimersi da un confronto anche solo puramente numerico. Lo scorso anno nelle prime 10 giornate di Serie A c’era una classifica migliore, con più gol all’attivo e meno al passivo (eh già, strano a dirsi per l’allegrismo il primo dato). Ma tant’è. 

Meno partite vinte con un solo gol di scarto, meno gare che hanno visto la Juventus farsi riprendere o in cui si è vista costretta col fiato in gola a dover rimediare ad una situazione di svantaggio che avrebbe ridotto tutti. Da contraltare però anche un maggior predominio e una Juventus che dà maggiori sicurezze offensive. Paradossalmente si crea di più ma si segna meno. Che poi è quello che conta davvero, più del metodo, più delle rivalità tra sarrismo e allegrismo.

 

Articoli correlati

Back to top button