Serie A

Roma, Villar: “Mi metto nella testa di chi ci segue e posso capire le critiche”

Il centrocampista della Roma Gonzalo Villar è intervenuto dopo la gara della Spagna Under 21, soffermandosi sulle critiche dei tifosi

Il centrocampista della Roma Gonzalo Villar è intervenuto dopo la gara della Spagna Under 21, soffermandosi sulle critiche dei tifosi. Lo spagnolo che si è messo un pò nei loro panni, viste le brutte prestazioni della squadra negli scontri diretti, seppur difendendo il lavoro dei suoi compagni.

Sul percorso che lo ha portato fino in Serie A

Tredici mesi fa ero nella B spagnola con l’Elche, è’ stato un anno davvero speciale sì. Pandemia a parte non posso davvero lamentarmi difficile chiedere di meglio. Non è mai facile adattarsi in fretta ma credevo in me quando ho preso la decisione di fare il salto da un club di seconda divisione a una squadra di élite come la Roma, mi sentivo preparato, pensavo di avere le qualità necessarie volevo dimostrarlo. La Roma è speciale, il mio futuro è qui. Sorpreso però ho avuto anche la fortuna di arrivare in un club molto familiare dove tutti aiutano tutti”.

Conclude Villar sulle critiche dei tifosi della Roma

Siamo in un mondo che vive di risultati, e spesso solo dell’ultimo risultato. C’è la tendenza a dimenticare il lavoro fatto. Capisco che per il tifoso sia duro vedere che nelle partite importanti per un motivo o per un altro la propria squadra non riesca ad imporsi e non arrivi vicina alla vittoria. Mi metto nella testa di chi ci segue e posso capire le critiche, ma chiedo che capiscano che diamo sempre il massimo. Possiamo sbagliarci e sicuramente ci sono tantissime cose da migliorare, però lavoriamo ogni giorno per vincere sempre”.

Articoli correlati

Back to top button