Serie A

Rangnick: “Milan, contenti dei risultati in rapporto ai soldi spesi?”

Il manager/allenatore tedesco dà qualche consiglio ai rossoneri dopo essere stato a un passo dal guidare il club la prossima stagione.

Rangnick: “Non voglio dare giudizi sulla società del Milan”

Si toglie poi qualche altro sassolino dalla scarpa l’allenatore tedesco: “Non conosco personalmente Boban e Maldini e non voglio dare giudizi ma mi chiedo: la società è contenta dei risultati ottenuti in rapporto ai soldi spesi negli ultimi anni?”.

Rangnick: “Per me ha poco senso puntare su Ibra o Kjaer”

Su come avrebbe gestito squadra e società Rangnick risponde: “Il Milan mi ha contattato a fine ottobre quando la squadra era vicina alla zona retrocessione. Se lo hanno fatto è perché cercavano una svolta. Lavoro sulla crescita e i giovani imparano molto più in fretta. Non è il mio stile insistere su calciatori di 38 anni. Non perché non siano bravi ma perché preferisco creare valori, sviluppare talento”.

Rangnick: “l’Atalanta? Fanno investimenti intelligenti”

Ed infine alla domanda su come il Milan può puntare in altro, risponde: “Il Milan per puntare ai vertici deve darsi un obiettivo concreto, come la Champions. Sarà paradossale ma l’esempio è a 30 km da Milano: l’Atalanta. E poi hanno Gasperini da cui c’è tanto da imparare come da Conte”.

Così parlò Ralf Ragnick profeta del calcio tedesco, a un passo dallo sbarco in quello italiano prima che il Milan di Pioli si trasformasse nella migliore squadra.

Articoli correlati

Back to top button