Galliani: “Se gli altri riprendono noi non saremmo competitivi”

Galliani

Adriano Galliani ha posto l’attenzione su un aspetto da molti non tenuto in considerazione, nell’ottica della eventuale ripresa del campionato

Nel corso dell’interessante intervista al Corriere della Sera, l’amministratore delegato del Monza e dirigente di lungo corso Adriano Galliani ha posto l’attenzione su un aspetto da molti non tenuto in considerazione, nell’ottica della eventuale ripresa del campionato:

“Non c’è dubbio che in questo momento la priorità sia la salute ma altrettanto dobbiamo essere consapevoli di vivere in un sistema globale. Se i nostri tre principali competitor in Europa, Inghilterra, Spagna e Germania, riprendono l’attività, rischiamo di non essere più competitivi con loro. Il calcio italiano subirebbe danni da 700 milioni e si avvierebbe a una ‘decrescita felice’, mentre gli altri continuerebbero a incassare”.

TAG