Serie A

Duncan e il razzismo: “Umiliato e insultato, fiero di essere nero”

La lunga riflessione di Alfred Duncan, centrocampista della Fiorentina, sulle discriminazioni razziali dopo il caso George Floyd che ha coinvolto tutto il mondo.

Duncan contro il razzismo e fiero di essere nero

Anche il centrocampista della compagine viola, Alfred Duncan, si è esposto dopo la tragica morte di George Floyd. Ecco la lunga riflessione del centrocampista della Fiorentina pubblicata sul suo Instagram.

“Sono stato vittima in molte occasioni, umiliato, insultato ed ignorato dalle persone vicino a me. So e non c’è bisogno di ricordarmi che sono nero, e sono più che orgoglioso di ciò che sono. Le persone dimenticano che siamo tutti nati dalla polvere, e che così finiremo. Nessuno nasce razzista, è una questione di educazione dai genitori che comincia fin da casa. Non mi sono mai sentito inferiore a nessuno per alcun motivo.

Siamo tutti umani, questa è la razza che conosco. Seguire un post di tendenza sui social non vi rende antirazzisti, e non permetterò a nessuno di abusare di me. Voglio dire ai miei fratelli di essere forti , tutti quelli che provano a buttarti giù in realtà ti risollevano. L’odio è una malattia che non ha cura, sono umano come tutti voi ed amo essere me stesso”.

Articoli correlati

Back to top button