Serie A

Juventus, Allegri: “Domani sarà decisiva per il Napoli, non per noi”

Un solo punto raccolto nelle ultime due partite, come quello che divide il Napoli dalla Juventus, che domani sarà chiamata ad affrontare l’Inter al San Siro. In conferenza stampa da Vinovo, il tecnico dei bianconeri, Massimiliano Allegri ha presentato la gara contro i nerazzurri.

Si parte dal periodo che vive la Vecchia Signora, soprattutto dopo l’incontro con i tifosi: “Quando sono arrivato era un po’ peggio, rispetto a ora. I tifosi? Sono venuti per sostenerci. Abbiamo un finale di stagione in cui è ancora tutto in ballo. Spogliatoio? Dispiace sentire queste cose, senza fondamento. E vanno a toccare la professionalità di tutti. Dobbiamo solamente farcele scivolare addosso. Abbiamo cinque partite che ci portano al finale di stagione. Ci sono dei momenti di difficoltà, durante cui le cose ti vanno meno bene. Non siamo passati dall’essere imbattibili a brocchi. Ora ci tocca l’Inter, in uno stadio meraviglioso. Contro una squadra che ha subito solo 23 gol. Il campionato non si deciderà tra domani e domenica. Sarà ancora lunga”.

Ora il campionato diventa più divertente, soprattutto dopo la sfida persa contro il Napoli: “La monotonia mi annoia. Dobbiamo tirare fuori coraggio, incoscienza, spensieratezza. Sono bei momenti da vivere. Dovremo essere pronti su ogni pallone, in ogni contrasto. Domenica abbiamo subito 18 falli e fatti 9. Contro l’Inter servirà una partita tosta. Napoli? Chiudiamo il capitolo e pensiamo all’Inter. Nell’ultimo periodo abbiamo fatto delle buone gare. Tolto Crotone e Napoli, due brutte gare. Contro il Napoli abbiamo preso gol al 90esimo, come con il Real. Serve più attenzione. Le chiacchiere non servono a nulla. Ora serve stare zitti e lavorare”.

Azzurri che sembrano favoriti sul calendario, ma Allegri non dello stesso avviso: “Il campionato è tutto da giocare. Sento dire che il Napoli è favorito perché vincerà 4 partite. Noi dobbiamo solo scendere in campo e fare una buona partita, giocandoci le nostre chance”. Sulla formazione che scenderà in campo: “A parte Sturaro e De Sciglio sono tutti a disposizione per domani, anche Bernardeschi. Mandzukic? Probabile che giochi. Chiellini? Stagione finita”.

Sul futuro e sulla gara rispetto all’andata: “Io la decisione l’ho presa un anno fa, quando ho firmato con la Juventus. Inter? Fu una delle migliori partite giocate dalla Juventus. Noi dovremo vincere per il campionato. L’Inter dovrà vincere per conquistarsi la Champions”.

Pasquale Barbato

Avvocato per passione, giornalista di professione, Pasquale Barbato ha una sola missione: la sta ancora cercando. Tifoso del Napoli, ama i motori, la buona cucina e la sua fidanzata

Articoli correlati

Back to top button