Serie A

Sassuolo, De Zerbi: “Duncan ha spesso problemi muscolari, così come Peluso e Defrel”

Alla vigilia della sfida casalinga contro l’Atalanta, il tecnico del Sassuolo Roberto De Zerbi ha rilasciato queste dichiarazioni in conferenza stampa: “Vincere anche in modo non pulito? Il calcio non è solo il gioco, è anche imparare a pareggiare quando è una giornata in cui non puoi vincere, avere le malizie, le furbizie, la cattiveria, il sangue agli occhi… è questo che ci può completare”.

La conferenza di De Zerbi alla vigilia di Sassuolo – Atalanta

“C’è da lavorare, ci sono molti giocatori nuovi, i meccanismi non sono ancora così consolidati e c’è un tempo in più di ragionamento: questo porta abbassamento del furore agonistico. Ci sono giocatori come Magnanelli, Obiang, Chiriches, Peluso ma anche giovani come Raspadori che questo concetto ce l’hanno più di altri”.

“Perché Duncan è rimasto fuori col Parma? Perché veniva da 40 giorni di infortunio, è stata una scelta obbligata e non tecnica. Ha spesso problemi muscolari, vale lo stesso per Peluso o Defrel. Toljan terzino sinistro? L’ha già fatto tanto, fare iniziare Tripaldelli a Parma non era il caso”.

Boga può fare il trequartista, poi può fare l’attaccante esterno e magari lo fa meglio. Ma gli unici pericoli creati dal Sassuolo a Parma sono nati da uno strappo di Boga e da un filtrante di Berardi per Boga. Poi la mia idea è che se uno è forte può e deve giocare dappertutto, anche Sensi l’anno scorso ha fatto ruoli diversi”.

Ciro D'Auria

Napoletano classe '95, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Al di là della passione viscerale per il calcio, nutre un grande interesse per il basket e il tennis, oltre che per l'arte e il gaming.

Articoli correlati

Back to top button