Senza categoriaSerie A

Zenga post Lazio-Cagliari: “Che fanno al Var? Si prendono il caffè?”

E’ intervenuto al termine della sconfitta 2-1 contro la Lazio, il tecnico del Cagliari Walter Zenga, soffermandosi su un calcio di rigore non dato alla sua squadra. L‘allenatore che si è espresso anche sulla prestazione dei suoi ragazzi e sul suo futuro in rossoblù.

La rabbia di Zenga per il rigore non assegnato

Sono adirato per il rigore non concessoci. Non è giusto: contro Atalanta e Fiorentina ci hanno annullato due goal per un braccio largo ed oggi si è rivista la stessa azione. Chi ha inventato questa regola, piace il calcio balilla. Secondo regolamento questo è rigore, punto. Che fanno al Var? Si prendono il caffè?”.

Sulla prestazione della sua squadra

Tutto sommato abbiamo fatto una buona gara. Siamo riusciti a trovare il goal, oltre a quello annullato Nel secondo tempo siamo entrati poco concentrati e la Lazio ci ha messo in grandissima difficoltà. Nel finale, con degli esordienti in campo, abbiamo cercato il pareggio. Cragno ci ha tenuti a galla con delle ottime parate”.

Zenga sul suo futuro sulla panchina rossoblù

 “Nel poco tempo ho cercato di dare stabilità alla squadra che proveniva da 12 partite senza vittorie, senza contare il lockdown e l’inattività. Mi auguro di poter dare continuità al mio lavoro, giocando una volta a settimana. Se avrò questa possibilità bene, sennò pazienza”

Conclude sul cambio di modulo e su Cragno

 “Sul finale ho schierato il 4-2-3-1 poichè la Lazio stava patendo la stanchezza. Sono lieto dell’esordio di Gagliano che ha provato a creare movimento. Cragno? Quando stavo a Crotone dicevo che lui e Meret sarebbero stati il futuro del calcio nazionale. Ma non vorrei che le sue parate oscurassero il lavoro di tutta la squadra”.

Articoli correlati

Back to top button