Serie A

Castrovilli: “Non vedo l’ora di ripartire, il calcio mi manca”

Castrovilli: “Non vedo l’ora di ripartire, il calcio mi manca”.  Il centrocampista della Fiorentina parla del suo isolamento, tra giornata tipo e consigli per i tifosi.

 

Le parole del centrocampista della Fiorentina

Gaetano Castrovilli,  parla così al media ufficiale viola: Sto bene, non vedo l’ora di ricominciare. La mia giornata tipo è con sveglia alle 7.30/8.

Portare fuori il cane a fare i bisogni, dormiamo un po’, aiuto la mia ragazza a preparare il pranzo, poi serie tv e ci alleniamo insieme. Poi ancora fuori per i bisogni del cane, cena, serie tv e a nanna”.

“Il calcio mi manca tantissimo, i compagni, lo staff, tutti gli addetti ai lavori della Fiorentina e i tifosi. Ai tifosi come canzoni consiglio le neo melodiche che ascolto io, come Niko Pandetta.  In cucina consiglio di preparare tanti dolci. Come film guardo La Casa di Carta ed Elite. Sono molto interessanti”.

“Continuiamo a seguire le regole, chiedo di continuare a donare anche tramite Forza e Cuore dal sito della Fiorentina”.  “La mia vita è sempre stato il calcio, anche quando danzavo e andavo a danza classica andavo poi in strada a giocare a calcio con i miei compagni.

Ce l’ho nel sangue, sono contento di aver scelto questa strada. La danza mi aiuta molto in campo, ma quando sono in campo cerco di divertirmi e far divertire”.

 

I ricordi di Castrovilli

“Il difensore che mi ha messo più in difficoltà è stato Bonucci. Spero di ritrovarlo presto in campo.

Il centrocampista del passato con cui avrei voluto giocare è Ronaldinho, uno dei miei idoli. Ricordi indelebili? L’esordio con la Fiorentina in Serie A e con la Nazionale maggiore, momenti che ricorderò per sempre”.

Poi alla domanda sul coro preferito della Fiesole, parte a cantare: “Voglio ricordare un coro per farvi tornare un sorriso in questo momento delicato. Tutti insieme: Bombe nell’aria, e Firenze carica bombe nell’aria…”.

Articoli correlati

Back to top button