Calcio estero

UEFA, il vice-presidente Uva: “Revocare la finale di Istanbul? Adesso è prematuro”

Intervenuto ai microfoni di RadioRadio, il vicepresidente della UEFA Michele Uva ha parlato della possibilità di cambiare la sede per la finale di Champions League in programma ad Istanbul a causa a delle questioni extra calcistiche che riguardano la Turchia.

Uva sulla finale di Istanbul

“Tutte le cose vanno viste e discusse. Revocare una finale è un atto forte dal punto di vista sportivo. Non siamo ancora nelle condizioni di parlarne. Adesso è prematuro valutare, ma è chiaro che con il Comitato esecutivo e il presidente Ceferin valuteremo”.

Uva sul caso Turchia

“Il saluto militare dei giocatori della Turchia? Lo sport non può permettersi segni distintivi di natura politica. Certi gesti sono assolutamente da biasimare. Bisognerà visionare tutto il materiale prima di decidere, sono assolutamente possibili sanzioni a federazioni o a singoli tesserati. Ci sono regole precise che devono essere rispettate. Sono valutazioni che vanno fatte solo dopo aver visto tutto il materiale e questo spetta agli organi inquirenti e giudicanti”.

Ciro D'Auria

Napoletano classe '95, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Al di là della passione viscerale per il calcio, nutre un grande interesse per il basket e il tennis, oltre che per l'arte e il gaming.

Articoli correlati

Back to top button