Calcio estero

Van Dijk rivela: “Per un attacco di appendicite ho rischiato di morire”

E’ intervenuto ai microfoni del Daily Mail, il difensore del Liverpool Virgil Van Dijk, svelando un retroscena molto duro sul suo passato. L’olandese che ha raccontato del suo attacco di appendicite avuto a 20 anni, problema che si trasformò poi in peritonite e successiva infezione renale.

Il drammatico racconto di Virgil Van Dijk

Ricordo che mi trovavo in ospedale e che attorno a me vedevo solamente tubi“, ha detto Van Dijk. “Sentivo che il mio corpo era rotto e non c’era niente che potessi fare. In quel momento, i pensieri peggiori iniziarono a venirmi in mente. La mia vita era in pericolo. Non potevo camminare, muovermi. Io e mia madre abbiamo pregato, parlato di cosa poteva accadere. Dovevamo pensare anche al mio testamento. Nessuno voleva parlarne ma era una cosa che andava fatta vista la gravità del momento. Ho dovuto firmare documenti. Sapevo che poteva essere la mia fine. E ancora:Ho trascorso 13 notti in ospedale senza camminare. Per me è stato molto difficile”. 

Articoli correlati

Back to top button