Fiorentina, Pioli: “Speriamo in un calendario più equo”

Infortunio Mirallas

Fiorentina, le parole di Pioli dopo il pareggio col Napoli con i viola capaci di fermare la squadra di Ancelotti in campionato

Fiorentina, parole di Pioli – Intervenuto ai microfoni di Radio Rai, il tecnico della Fiorentina, Stefano Pioli, ha fatto il punto sul cammino dei viola che sognano il ritorno in Europa.

Le parole di Pioli

“La strada che porta all’Europa? Sicuramente con la Coppa Italia servono tre partite giuste, ma sono solo tre. Abbiamo la Coppa Italia che è una occasione per tutte le 4 rimaste, abbiamo una semifinale importante contro una squadra forte ma ci giocheremo le nostre carte, poi la stagione è ancora lunga. Lo scoglio Atalanta è molto difficile, abbiamo pareggiato 2 volte l’anno scorso vincendo in casa quest’anno: in due partite i nostri valori possono essere molto vicini, ce la vogliamo giocare bene, la gara di andata in casa sarà molto importante.

Non trovo corretto mettere di fronte due squadre con un obiettivo così importante con 36 ore di differenza, mi auguro che questa settimana ci possa essere un calendario più equo. Ci dovrà essere un cambio perché noi prima della sfida di mercoledì giochiamo domenica sera con l’Inter mentre loro giocano sabato contro il Torino.

Il 7-1 alla Roma? Sono partite che nascono così, le prepari col sogno che diventino la partita perfetta, battere una squadra forte come la Roma significa che abbiamo fatto veramente bene ma sono partite uniche e irripetibili. In Coppa Italia abbiamo battuto il  Torino, poi la Roma: siamo in semifinale e vogliamo giocarcela fino alla fine”. 

Chiesa? So solamente che Federico sta crescendo tanto, non è un giocatore da 20 goal a campionato ma sta migliorando in fase realizzativa, è più concreto ed efficace, fa la scelta giusta al momento giusto. Credo nessuno possa sapere quale sarà il suo futuro.

Abbiamo chiesto di non giocare il 4 marzo contro l’Atalanta perché crediamo sia giusto ricordare Davide in altre situazioni. La società sta programmando celebrazioni in ricordo di Davide, anche se noi ce lo sentiamo sempre dentro in ogni situazione”.

TAG