Serie A

Sturaro su Napoli – Genoa: “Fallo su Allan da arancione: peccato per il derby”

Sturaro su Napoli – Genoa, con il centrocampista tra i protagonisti in negativo della sfida del San Paolo. Il calciatore dei rossoblù infatti si è fatto espellere a metà del primo tempo per un fallo ai danni di Allan che gli è costato il rosso e la squalifica in vista del prossimo turno.

Sturaro su Napoli – Genoa, le parole del centrocampista dei rossoblù

Ai microfoni di Radio Nostalgia: “Credo che sia stato severo l’arbitro, dal mio punto di vista, perché la dinamica forse poteva far pensare ad un arancione però il contatto è stato veramente lieve. Io volevo andare a prendere la palla e lui ha messo la gamba davanti: l’ho preso di striscio. Mi dispiace molto per aver lasciato i compagni in dieci in una partita difficile e ancor di più per dover saltare il derby, che per me è una partita particolare”.

Nonostante il suo rosso, la squadra rossoblù è riuscita a recuperare l’iniziale svantaggio: “Sono orgoglioso dei miei compagni, che hanno fatto una partita grandiosa su un campo difficile. Sono stati giorni importanti, la sconfitta ci ha fatto bene perché abbiamo ritrovato compattezza e voglia di sacrificarci che forse ci era mancata. Pandev nella nostra squadra è l’unico fuoriclasse, l’unico a poter fare veramente la differenza. Noi facciamo in modo che lui riesca a farla nel miglior modo possibile“.

Il rosso costerà all’ex Juventus la presenza nel derby: “Questa settimana la vivrò molto male ma mi allenerò bene restando sempre a disposizione dei compagni. Gli starò vicino fino a domenica. Fisicamente sto abbastanza bene, ci metto un po’ di più a recuperare ma sinceramente nessuno pensava che avrei potuto reggere tre partite in una settimana. Evidentemente sto un pelino meglio di quanto si potesse pensare“.

Pasquale Barbato

Avvocato per passione, giornalista di professione, Pasquale Barbato ha una sola missione: la sta ancora cercando. Tifoso del Napoli, ama i motori, la buona cucina e la sua fidanzata

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button