Europa League

Le speranze di Pioli: Ibra e un Milan formato post lockdown

E’ passato un mese e mezzo dall’ultima partita ufficiale e il Milan si ritrova a ricominciare dal primo preliminare, a partita secca, dell’Europa League con qualche certezza in più rispetto a quel Milan-Cagliari del primo agosto.

Prima di tutto Ibrahimovic è ancora al suo posto, al centro dell’attacco. In più, Pioli si ritrova con una rosa abbellita da arrivi importanti, Tonali e Brahim Diaz su tutti.

Milan: i rossoneri ripartono dalla svedese ex Galaxy

Con Rebic squalificato e Leao bloccato dal Covid, c’è solo il giovane Colombo come alternativa al centro dell’attacco. Tonali e Diaz partiranno dalla panchina così come l’altro nuovo acquisto, Tatarusanu, il vice Donnarumma.

Poter ripartire da Ibra è una buona base, il resto dovrà farlo quel gioco di scambi veloci dalla trequarti in su impreziosito dal lavoro delle mezzepunte che, questa sera, saranno Castillejo, Calhanoglu e Saelemaekers, aiutati alle spalle dalla coppia KessieBennacer.

In difesa, con Romagnoli out, ci saranno Kjaer e Gabbia, in posizione centrale, con Calabria ed Hernandez esterni.  Un  test importante per capire se il Milan possa ricominciare da dove aveva finito.

Articoli correlati

Back to top button