Serie A

Sottil: “Voglio diventare un giocatore importante per la Fiorentina”

E’ intervenuto sulle pagine del Corriere dello Sport, l’attaccante della Fiorentina Riccardo Sottil, soffermandosi sulla sua esperienza a Firenze. L’attaccante che ha parlato anche di diversi suoi compagni di squadra, su tutti di Franck Ribery e della sua importanza all’interno dello spogliatoio.

Sottil su Federico Chiesa e Vlahovic

E’ inutile aggiungere aggettivi su Federico. Le sue qualità sono sotto gli occhi di tutti ed io sono convinto che possa crescere ancora. Vlahovic? E’ giovane, ma i numeri di cui è capace li abbiamo apprezzati tutti. Sì, può diventare un elemento decisivo”.  

Sull’importanza nello spogliatoio di Franck Ribery

Si può imparare da tanti, ma io quest’anno ho un grandissimo campione accanto, Ribery. Gioca nella mia stessa posizione e a lui posso rubare segreti. In più, anche lui cerca di darmi i giusti suggerimenti per migliorare nella mia performance. Mi sarebbe piaciuto giocare con Baggio, calciatore universale (il padre Andrea lo ha affrontato in 10 partite, ndr. E’ un fenomeno, da qualunque prospettiva. Per noi giovani è un punto di riferimento. Anche durante i mesi in cui era fermo per l’infortunio alla caviglia, Franck c’è sempre stato. Che fosse un campione lo sapevamo, ma averlo fisicamente accanto è un onore”.

Conclude Sottil sul presidente Rocco Commisso

Voglio diventare un calciatore importante per la Fiorentina e per questa nuova proprietà, ambiziosa e con tantissimi progetti. E mi auguro, un giorno, di poter giocare in Europa. Con questi colori. Il Presidente ha portato entusiasmo, lui e la sua famiglia non ci fanno mancare affetto e supporto, esattamente come i direttori Pradè e BaroneMi auguro intanto di regalargli un risultato importante”

Articoli correlati

Back to top button