Serie B

Serie B, Spal-Reggiana: scoppia il caso Castro, granata a caccia dell’impresa

Derby emiliano questa sera allo stadio “Mazza” di Ferrara, laddove si affrontano due squadre che vivono un momento diametralmente opposto. Gli estensi, vincendo, scalcherebbero una Salernitana in caduta libera e darebbero continuità alla bella vittoria col Sassuolo in coppa Italia, i granata devono assolutamente rialzare la testa dopo una serie di sconfitte consecutive che hanno vanificato il buon avvio di stagione e il recente pareggio di Empoli. Certamente non la serata più semplice per fare punti, ma la B è imprevedibile e può accadere davvero di tutto.

COME ARRIVA LA SPAL

E’ esploso ufficialmente il caso Castro. Il calciatore, punto di forza imprescindibile, non è stato convocato perchè ad un passo dall’addio. Una scelta tecnica dolorosa ma necessaria da parte di mister Marino che, nel frattempo, ha perso anche Jankovic, Esposito e Salamon. Un mercato che non decolla, sebbene a breve si attende l’annuncio di Mora dallo Spezia. Stasera, comunque, vedremo una squadra a trazione anteriore, trascinata dall’esperienza di Floccari e Paloschi che stanno facendo la differenza dopo un avvio di stagione complesso anche a causa di qualche infortunio. Non sarà della partita l’esterno offensivo Di Francesco a causa di un infortunio, non è da escludere che in extremis possa spuntarla il giovane Seck e trovare una maglia da titolare nel reparto d’attacco. In difesa Dickmann è nettamente favorito su Strefezza.

COME ARRIVA LA REGGIANA

L’infermeria si sta svuotando e il mercato offre qualche possibilità in più al tecnico Alvini. A centrocampo possibile esordio dal primo minuto per il neo acquisto Lorenzo Del Pinto, pronto a formare una coppia complementare e di spessore con Fausto Rossi. Radrezza potrebbe agire da trequartista, ma in settimana è stato provato anche come esterno offensivo per tentare di mettere in difficoltà Dickmann nell’uno contro uno. Occhio a Matteo Ardemagni. L’attaccante sta bene, è molto motivato, si è calato da subito nella mentalità battagliera del gruppo e spera di essere gettato nella mischia dall’inizio; più probabile, però, che il tecnico sfrutti la sua esperienza in corso d’opera, anche perchè il centravanti non scende in campo da tempo e non è al 100%. Zamparo è squalificato, Mazzocchi sarà ovviamente il punto di riferimento e il catalizzatore del gioco granata.

FONTE: Tutto Mercato Web

Articoli correlati

Back to top button