Serie B: 28°giornata, vincono Pordenone e Crotone. Tutti i risultati

Serie B

Serie B: 28°giornata, vincono Pordenone ( 2-0 a Cittadella ) e Crotone ( 3-1 a Venezia). Salernitana sconfitta a Perugia.Tutti i risultati

Serie B: 28°giornata, vincono Pordenone ( 2-0 a Cittadella ) e Crotone ( 3-1 a Venezia). Salernitana sconfitta a Perugia. Tutti i risultati

Frosinone – Cremonese 0-2

Il Frosinone perde in casa contro la Cremonese che si impone per due reti a zero. Gli ospiti ci provano subito in avvio con Ciofani e passa in vantaggio al 13′ con il colpo di testa di Parigini su cross di Valzania. Al 18′ il Frosinone cerca la reazione: Salvi si coordina e calcia col destro al volo. Migliore tocca con un braccio, poi interviene Ravagli: proteste dei padroni di casa, ma per l’arbitro è solo angolo. Al 29′ ci prova Dionisi su punizione, ma Ravaglia c’è. Al 39′ la Cremonese ci prova con Valzania, palla a lato. In avvio di ripresa, la Cremonese si porta sul 2-0, con Castagnetti. All’8′ il Frosinone resta in inferiorità numerica, quando Dionisi si lascia sfuggire una parola di troppo e rimedia il rosso. Nel finale, la Cremonese cerca il tris con Palombi, Bardi c’è . Poco dopo è la volta del Frosinone, ma Capuano non trova la porta di testa.

Cittadella – Pordenone 0-2

Terza vittoria di fila per il Pordenone che puà tornare a sognare la promozione diretta. Il Pordenone si fa vivo al 12′ con la conclusione di Ciurria, ma Paleari riesce a neutralizzare. Il vantaggio dei neroverdi arriva al 17′ con il colpo di testa di Barison. Il Cittadella, alla mezzora cerca la reazione ma il colpo di testa di Rosafio termina di poco a lato. Nella ripresa, il Pordenone raddoppia su calcio di rigore, per un tocco di mano di Pavan in area e trasformato da Ciurria al 33′. Poi il Cittadella resta anche in 10 per l’ espulsione Branca, autore di un fallo di frutrazione.

Empoli – Trapani 1-1

Primo tempo piuttosto equilibrato con il Trapani che trova il gol solo nel finale. Al 45′ Strandberg batte veloce una punizione, sorprendendo la difesa dell’Empoli: palla per Pettinari che batte Brignoli. 1-0 per il Trapani.In avvio di ripresa, Kastrati dice di no per be due volte a Mancuso. Al 19′ grande occasione per il Trapani, ma Balkovec mura il tentativo di Dalmonte. Alla mezzora annullata un’autorete a Sierralta, per un offside di Buongiorno. L’Empoli trova il pareggio al 42′ grazie al colpo di testa sfortunato di Pagliarulo che batte il proprio portiere.

Perugia – Salernitana 1-0

Vittoria di misura del Perugia sulla Salernitana: decisivo il gol di Mazzocchi. Primo squillo del Perugia: Mazzocchi chiama Micai all’intervento al 4′ da calcio di punizione. Al quarto d’ora, ancora Perugia prima Nicolussi Caviglia (Micai respinge) e  poi Falcinelli, ma Billong salva tutto. Vantaggio del Perugia al 22′ con Mazzocchi che si avventa sul pallone e insacca. Nella ripresa, la Salernitana ci prova subito con Dziczek da punizione, ma Vicario c’è, e poco dopo con Kiyine. Perugia pericoloso al 19′ con Nicolussi Caviglia e al 24′ con Di Chiara. Nel finale, al 40′ Cicerelli ci prova direttamente da calcio di punizione, palla di poco a lato.

Venezia – Crotone 1-3

Vittoria esterna del Crotone, sul campo del Venezia. Ospit che passano in vantaggio al 12′ con Benali che, con un tocco d’esterno batte Pomini, 0-1. Al 25′ il Venezia ci prova con Casale, di testa, ma sfiora il palo. Due minuti dopo, il Crotone cerca la rete con Molina, ma salva tutto Marino che mette in calcio d’angolo. Raddoppio al 36′: schema su punizione, Messias mette in mezzo e Marrone di testa insacca. 2-0 Crotone. Nel finale di frazione il Venezia ci prova con Capello. In avvio di ripresa al 2′ doppietta di Benali e tris del Crotone. 3-0 Crotone. Il Venezia cerca la reazione dapprima con Casale che mette fuori da ottima posizione, poi con Longo. Al 38′ il Venezia trova la via della rete con Caligara, che ricevuta palla da Zigoni, lascia partire un bolide dai 25 metri che batte Cordaz per l’ 1-3 Venezia. Al 42′ ancora Longo si divora il 3-2.

Pisa – Livorno 1-0

Il Pisa parte forte e costruisce la prima occasione al 3′ con Gucher: l’austriaco dal limite esplode un destro che esce di pochissimo. Il Livorno punta a punta a partire con la rapidità di Marsura e Marras. Il Pisa, riesce a distendersi da destra a sinistra trovando Vido sul secondo palo, ma il numero 19 da due metri dalla riga di porta incredibilmente non riesce a impattare la sfera. De Vitis e Pinato in mezzo al campo saltano la pressione livornese e servono Lisi che entra in area di rigore, da dove lascia partire una parabola imprendibile che si deposita sotto l’incrocio dei pali. Al 63′ è 1-0 per il Pisa. Il Livorno prende in mano il pallino del gioco, favorito anche dai padroni di casa che si schiacciano eccessivamente sulla propria area di rigore. Marsura e Marras si incaricano di guidare la manovra amaranto, è il Pisa che ha il pallone del raddoppio al 79′ con Vido che da posizione molto buona fa una cosa a metà tra il cross e il tiro, spedendo la palla altissima. Partono i quattro minuti di recupero con il Pisa che difende la porta di Gori con tutti i propri effettivi, mentre gli amaranto lanciano palloni su palloni in avanti.

Juve Stabia – Spezia 3-1

“Menti” a porte chiuse, come tutti gli altri stadi italiani, ma il sostegno del tifo gialloblù arriva comunque dai balconi (gremiti) dei palazzi adiacenti al campo. Comincia bene la Juve Stabia che, al 5′, sfiora il vantaggio con Calvano. Al 10′ occasionissima per lo Spezia con Gyasi, pronto a battere a rete con Provedel praticamente fuori causa. I campani però comandano il gioco e al 21′ sbattono sull’attento Scuffet. E’ il prologo al vantaggio che arriverà 3′ dopo, grazie alla gran punizione di Calò che vale l‘1-0 Juve Stabia. Lo Spezia risponde al 31′ con una bellissima azione che porta al tiro Federico Ricci, servito dal fratello Matteo. Al 34′ clamorosa occasione per il raddoppio dei padroni di casa, ma sulla conclusione di Forte è il legno a negargli la gioia del gol. Nella ripresa la Juve Stabia raddoppia al 50′ grazie ad un’altra punizione, stavolta calciata da Forte, ma lo Spezia riapre immediatamente la gara grazie al rigore trasformato da Matteo Ricci che vale il 2-1. I padroni di casa, però, chiudono definitivamente i conti al 73‘ grazie a Bifulco, per il definitivo 3-1.

Virtus Entella – Ascoli 3-0

Entella che mette in ghiaccio la gara già nel primo tempo. Prima occasione, però, targata Ascoli con Morosini che spreca un buon contropiede sbagliando il suggerimento per Trotta. I liguri trovano il gol del vantaggio all’8′ con un eurogol di Paolucci che, dai 25 metri: è l’ 1-0 Entella. Gli ospiti reagiscono con un Trotta, ma la sua conclusione è facile preda di Contini. Al 14′ è già 2-0 grazie a Poli che insacca comodamente il gol del raddoppio. Passano 7′ e i padroni di casa si portano sul triplo vantaggio: De Luca supera Valentini in area, che poi lo stende. Robilotta assegna il rigore. Dal dischetto lo stesso attaccante ligure trasforma e realizza la rete del 3-0. Al 38′ Schenetti si divora il gol del 4-0 calciando addosso a Leali. La miglior occasione dell’Ascoli arriva in chiusura di primo tempo con il tocco ravvicinato di Trotta che Contini respinge. Nella ripresa la gara si gioca a ritmi abbastanza bassi e nel recupero Ninkovic fallisce a porta vuota il possibile gol della bandiera.

Classifica:

Benevento 66, Crotone 49, Frosinone 47, Pordenone 45, Spezia 44, Cittadella 43, Salernitana 42, Empoli 40, Chievo Verona 38, Virtus Entella 38, Pisa 36, Perugia 36, Juve Stabia 36, Pescara 35, Ascoli 32, Venezia 32, Cremonese 30, Trapani 25, Cosenza 24, Livorno 18.

 

TAG