Serie A

Serie A, 26^ giornata: vittoria per Juve, Napoli, Sassuolo, ko Inter. Risultati e classifica

La 26 a giornata di Serie A è stata aperta dalla vittoria dello Spezia sull’Inter per 2 a 1. L’Udinese trova la vittoria fuori casa contro l’Empoli. Il Napoli non ferma la sua marcia verso lo scudetto mandando ko l’Atalanta al Maradona per 2 a 0. Lazio e Bologna non si fanno del male e pareggiano 0-0. Il Torino vince 2 a 0 in trasferta contro il Lecce. Pareggiano Monza e Verona. Vittoria per 2 a 0 della Fiorentina in trasferta contro la Cremonese. Vittoria per il Sassuolo sulla Roma. Vince 4-2 la Juventus sulla Sampdoria nella partita serale di domenica. Di seguitorisultati classifica dopo il match tra Juventus e Sampdoria della 26 a giornata di Serie A.

Spezia – Inter 2 – 1

Venerdì 10 marzo 2023, ore 20:45

Nel primo tempo, pallino del gioco in mano all’Inter che al 14′ spreca un calcio di rigore con Lautaro Martinez che si fa ipnotizzare da Dragowski. Al 33′ grande azione di Agudelo, che va via ad Acerbi e dopo una deviazione beffarda centra la traversa. Nella ripresa la squadra di Inzaghi parte fortissimo e segna già al 46′ con il colpo di testa di Lautaro, ma Marinelli annulla per fuorigioco di Lukaku. Al 55′ gol al primo tiro in porta dello Spezia con Maldini con Nzola che brucia Acerbi e premia l’inserimento di Maldini: piattone destro nell’angolino. L’Inter si riversa all’attacco. Dumfries anticipa Ferrer: quest’ultimo lo travolge e l’arbitro indica rigore, di nuovo. All’83’ stavolta dal dischetto si presenta Lukaku che trasforma il rigore. All’85 l’arbitro assegna un rigore per lo Spezia per un intervento scomposto di Dumfries in area. Dagli undici metri si presenta Nzola che non sbaglia e segna il gol del 2-1.

Il tabellino

Spezia (3-5-2): Dragowski, Ampadu, Caldara, Nikolaou, Amian, Zurkowski (1’ st Ekdal), Bourabia, Agudelo (21’ st Kovaenko), Gyasi (35’ st Salva Ferrer), Shomurodov (1’ st Maldini, 44’ st Wisniewski)), Nzola. All.: Semplici

Inter (3-5-2): Handanovic, D’Ambrosio (21’ st Dumfries) st , Acerbi, Bastoni, Darmian (35’ st Carboni), Barella (21’ st Calhanoglu), Brozovic, Mkhitaryan (21’ st Dzeko), Gosens (21’ st Dimarco), Lukaku, Lautaro Martinez. All.: Inzaghi

Marcatore: 10’ st Maldini (S), 38’ st Lukaku (I) rig., 42’ st Nzola (S) rig.

Ammoniti: 6’ Gyasi (S), 11’ Caldara (S), 26’ st Nikolaou (S)

Arbitro: Martinelli

Empoli – Udinese 0 – 1

Sabato 11 marzo 2023, ore 15:00

Il tabellino

Nei primi minuti ritmi lenti e nessuna occasione da gol. L’occasione più ghiotta ce l’hanno i padroni di casa con una punizione tagliata bene da Marin che pesca la testa di Akpa Akpro: Silvestri allunga la manona ed evita il gol e Caputo non riesce a ribadire in rete da posizione defilata. Al 54′ da calcio d’angolo di Lovric, svetta di testa Becao che trova il gol anche con una deviazione di Luperto. Di seguito l’Empoli si spinge in avanti alla ricerca del pareggio: Baldanzi sfiora il gol con un gran sinistro a giro e Luperto sbaglia tutto da ottima posizione spedendo alle stelle. L’Empoli si sbilancia in avanti favorendo le azioni offensive dell’Udinese con Udogie che rischia di firmare il raddoppio con un gran tiro che trova un Perisan superlativo. Negli ultimi minuti l’Empoli non produce azioni offensive e il match termina sullo 0-1 per l’Udinese

Napoli – Atalanta 2 – 0

Sabato 11 marzo 2023, ore 18:00

Il tabellino

Empoli (4-3-1-2): Perisan; Stojanovic (45′ st Nabian), Ismajli, Luperto, Parisi (27′ st Cacace); Akpa Akpro, Marin (27′ st Pjaca), Bandinelli (4′ st Fazzini); Baldanzi (45′ st Grassi); Caputo, Satriano. A disp.: Ujkani, Stubljar, Walukiewicz, De Winter, Ebuehi, Tonelli, Henderson, Degli Innocenti, Haas, Vignato. All.: Zanetti

Udinese (3-5-2): Silvestri; Becao, Bijol, Perez; Ehizibue (32′ st Ebosele), Pereyra (41′ st Samardzic), Walace, Lovric (35′ st Arslan), Udogie; Beto, Success (41′ st Thauvin). A disp.: Padelli, Piana, Zeegelaar, Abankwah, Pafundi. All.: Sottil

Arbitro: Cosso

Marcatori: 9′ st Becao (U)

Ammoniti: Luperto, Fazzini (E), Bijol, Becao, Beto, Lovric (U)

Bologna – Lazio 0 – 0

Sabato 11 marzo 2023, ore 20:45

Al 15′ è la Lazio ad avere una chance per il vantaggio con Pedro che non riesce a capitalizzare al meglio un assist al bacio di Luis Alberto:  l’ex Barcellona, Chelsea e Roma controlla e calcia con il destro ma in equilibrio precario e la sua conclusione sfila sul fondo. Al 28′ occasione per il Bologna: cross di Kyriakopoulos per Ferguson, lo scozzese colpisce con la testa da posizione ottimale ma la conclusione impatta sul palo alla sinistra di Provedel. Dopo cinque minuti ancora Bologna ma Provedel con un intervento prodigioso nega il gol a Barrow. Risposta immediata della Lazio con parata di Skorupski a tu per tu con Luis Alberto e poi ancora il polacco reattivo sulla ribattuta di Anderson. Ancora padroni di casa pericolosi ad inizio secondo tempo ma Kyriakopoulos che chiude troppo la conclusione e non trova la porta. La Lazio ci prova con Zaccagni con una conclusione che non trova il gol. All’81’ Barrow cerca il gol partita con un destro a giro dal limite dell’area ma il pallone sfiora il palo e termina fuori.

Il tabellino

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Posch, Soumaoro, Lucumì, Cambiaso; Moro (17′ st Pyythia), Schouten (17′ st Medel); Aebischer (35′ st Soriano), Ferguson, Kyriakopoulos (12′ st Zirkzee); Barrow. A disp.: Bardi, Ravaglia, Sosa, Bonifazi, Lykogiannis, De Silvestri, Arnautovic, Sansone. All.: Motta

Lazio (4-3-3): Provedel; Lazzari, Casale, Romagnoli, Hysaj; Milinkovic-Savic, Vecino, Luis Alberto (18′ st Basic); Pedro (35′ st Cancellieri), F. Anderson, Zaccagni. A disp.: Maximiano, Adamonis, Pellegrini, Patric, Radu, Gila, Antonio, Romero, Cataldi, Bertini, Fares. All.: Sarri
Arbitro: Maresca

Ammoniti: Moro, Ferguson (B), Hysaj, Vecino, Zaccagni (L)

Lecce – Torino 0 – 2

Domenica 12 marzo 2023, ore 12:30

Schermaglie inziali poi l’uno due del Torino. Prima il gol di Singo al 20′ che, con un prezioso inserimento in area giallorossa, batte Falcone; poi Sanabria al 23′ che sfrutta al meglio una grande giocata di Radonjic che dal fondo offre all’attaccante la palla per il raddoppio granata. Successivamente il Lecce si porta in avanti ma il muro granata regge bene l’urto. Come al 67’ quando Buongiorno salva con il corpo su una conclusione potente di Oudin.  Nonostante i buoni propositi messi in campo nella ripresa il Lecce è costretto ad alzare bandiera bianca e il Torino vince il match per 2 a 0.

Il tabellino

Lecce (4-3-3): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Umtiti, Gallo; Gonzalez (32′ st Banda), Hjulmand (8′ st Maleh), Blin; Strefezza (42′ st Voelkerling Persson), Ceesay (1′ st Colombo), Di Francesco (1′ st Oudin). Allenatore: Baroni

Torino (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Gravillon (36′ st Djidji), Schuurs, Buongiorno; Singo (15′ st Aina), Linetty (15′ st Ricci), Ilic, Rodriguez (33′ st Vojvoda); Radonjic, Miranchuk (36′ st Adopo); Sanabria. Allenatore: Juric

Arbitro: Sacchi

Marcatori: 20′ Singo (T), 23′ Sanabria (T)

Ammoniti: Gonzalez, Strefezza, Hjulmand (L), Buongiorno, Milinkovic-Savic, Ilic (T)

Verona – Monza 1 – 1

Domenica 12 marzo 2023, ore 15:00

Nel primo tempo equilibrio e poche occasioni da gol. Meglio il Verona nella prima parte poi alla lunga esce il Monza che va vicino al gol al 10′ Palla vagante all’ingresso dell’area del Verona e girata alta col sinistro di Pessina. AL 51′ gol del Verona 1-0. Palla vagante nell’area del Monza dopo un tiro di Duda, Verdi recupera, calcia col destro e scarica in rete nonostante l’estremo tentativo di parata di Di Gregorio. Nel giro di quattro minuti arriva però il pareggio del Monza, maturato grazie ad un’azione rifinita da Carlos Augusto e finalizzata da Stefano Sensi con porta vuota. Al 60’: Monza ancora in gol ma tutto inutile in quanto la rete è annullata. Il tallone di Petagna è avanti per questione di centimetri sul lancio di Di Gregorio. Nel finale il Monza si divora un’altra grande occasione con Pessina, il numero 32 calcia alto dopo uno slalom in area gialloblù.

Il tabellino

Hellas Verona (3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Magnani (1′ st Cabal), Coppola; Faraoni (17′ st Depaoli), Tameze, Duda, Lazovic; Verdi (31′ st Veloso), Kallon (1′ st Doig); Gaich (23′ st Djuric). A disp.: Berardi, Perilli, Zeefuik, Terracciano, Abildgaard, Braaf, Cissè. All.: Zaffaroni

Monza (3-4-2-1): Di Gregorio; Caldirola, Marì, Izzo; Birindelli (1′ st Machin), Pessina, Sensi (30′ st Colpani), Carlos Augusto; Ciurria, Caprari (37′ st Valoti); Petagna. A disp.: Cragno, Sorrentino, Donati, Antov, Barberis, Carboni, Ranocchia, D’Alessandro, Vignato, Gytkjaer. All.: Palladino

Arbitro: Piccinini

Marcatori: 6′ st Verdi (H), 9’st Sensi (M)

Ammoniti: Coppola, Duda (H)

Cremonese – Fiorentina 0 – 2

Domenica 12 marzo 2023, ore 15:00

Al 17′ Mandragora riceve fuori area, prende la mira e calcia forte verso la porta, ma il suo tiro finisce di poco a lato. Dieci minuti dopo Mandragora ci riprova e centra il bersaglio: Saponara chiama all’azione il 38, che cerca dentro Ikoné, stoppato, ma sulla palla sputata dall’area Mandragora si avventa e con il sinistro imbuca. Al 50′ Mandragora ottiene lo scambio con Barak, poi rimette al centro per Cabral che deve soltanto spingere il pallone in rete da pochi passi per lo 0-2 della Fiorentina. All’80 chance per laCremonese con Okereke che si presenta davanti a Sirigu, che lo chiude di piede Poco dopo Benassi chiude debole in girata. Un minuto dopo Jovic è servito davanti alla porta sguarnita, ma non riesce a mettere dentro. Nel finale chance anche per Valeri ma il risultato non cambia. Termina la partita per 0 a 2 in favore della Fiorentina.

Il tabellino

Cremonese (3-5-2): Carnesecchi; Ferrari, Bianchetti, Vásquez; Sernicola (8′ st Okereke), Benassi, Pickel (33′ st Ghiglione), Galdames (33′ st Meité), Valeri; Tsadjout (14′ st Buonaiuto), Dessers (14′ st Ciofani). A disposizione: Saro, Sarr, Castagnetti, Afena-Gyan, Acella, Quagliata, Lochoshvili. All. Ballardini

Fiorentina (4-2-3-1): Sirigu; Dodô (31′ st Venuti), Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Amrabat, Mandragora (38′ st Duncan); Ikoné (23′ st Gonzalez), Barak, Saponara (1′ st Brekalo); Arthur Cabral (23′ st Jovic). A disposizione: Cerofolini, Vannucchi, Bonaventura, Castrovilli, Ranieri, Sottil, Bianco, Igor, Kouamé. All.: Italiano

Arbitro: Marcenaro.

Marcatori: 27′ Mandragora (F), 4′ st Arthur Cabral (F)

Ammoniti: Ferrari (C), Mandragora, Brekalo (F)

Roma – Sassuolo 3 – 4

Domenica 12 marzo 2023, ore 18:00

Al 2′ prima chance per i giallorossi con Wijnaldum che controlla e calcia di potenza, trovando la pronta respinta di Consigli.Al 13′ Ibanez si addormenta e Laurientè apre le danze. Passano pochi minuti e il Sassuolo trova la rete dello 0 a 2: Toljan in area non riesce a concludere, calcia Berardi e Rui Patricio respinge con il piede. Sulla ribattuta lo stesso Berardi serve Laurienté che insacca la palla in rete. Al 26′ in area di rigore, il Zalewski calcia, la palla rimbalza a terra e ne esce un pallonetto che lascia Consigli di sasso: 1-2 e partita riaperta.  Allo scadere del primo tempo il Sassuolo trova la terza rete: il raptus di follia di Kumbulla, che scalcia Berardi in area: rosso e rigore, che il fantasista emiliano non sbaglia. AL 50′ Dybala riapre i giochi per i giallorossi, con un giro perfetto che va a finire nel sette opposto di Consigli. Un minuto dopo Berardi avanza verso l’area avversaria e tira con forza, scheggiando la parte alta della traversa. Al 75′ gara chiusa dal Sassuolo con Pinamonti su assist di Laurientè. Al 94esimo Georginio Wijnaldum realizza il 3-4 finale.

Il tabellino

Roma (3-4-2-1): Rui Patricio; Kumbulla, Smalling, Ibanez; Zalewski (32′ st Volpato), Bove (1′ st Dybala), Matic (10′ st Camara), Spinazzola (1′ st Karsdorp); Wijnaldum, El Shaarawy; Abraham (32′ st Majchrzak). A disp.: Boer, Svilar, Celik, Mancini, Keramitsis, Tahirovic, Pisilli. All.: Mourinho (in panchina Foti)

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Ferrari, Ruan (19′ st Erlic), Rogerio; Frattesi, Lopez (19′ st Obiang), Henrique; Berardi (31′ st Bajrami), Pinamonti, Laurienté (31′ st Defrel). A disp.: Pegolo, Russo, Marchizza, Romagna, Zortea, Harroui, Thorstvedt, Alvarez, Ceide, Defrel. All.: Dionisi

Arbitro: Fabbri

Marcatori: 13′ Laurienté (S), 18′ Laurienté (S), 26′ Zalewski (R), 49′ rig. Berardi (S), 5′ st Dybala (R), 30′ st Pinamonti (S), 49′ st Wijnaldum (R)

Ammoniti: Smalling, Matic, Ibanez (R), Lopez, Ruan (S)

Espulsi: 47′ Kumbulla (R)

Juventus – Sampdoria 4 – 2

Domenica 12 marzo 2023, ore 20:45

AL 7′ chance per la Samp: pallone in profondità per Gabbiadini che entra solo in area ma con il diagonale non trova la porta. All’11 la Juventus trova la rete del vantaggio 1-0: angolo di Kostic dalla sinistra, stacco perfetto di Bremer e palla in rete. Al 26′ Miretti mette un pallone perfetto dalla trequarti, Rabiot stacca alla perfezione e lascia immobile Turk. Successivamente, in due minuti la Sampdoria arriva al momentaneo pareggio: prima con Augello che approfitta della conclusione di Leris deviata, calcia subito con il destro e la mette nell’angolino e al 32′ Zanoli sfonda a destra e mette a rimorchio, Djuricic arriva in corsa e trova l’angolino. Al 64′ ronclusione vincente di Rabiot con il sinistro su palla ricevuta da Miretti Tutto nasce proprio da una progressione del francese. Al 69′ Fallo di Augello su Cuadrado. L’arbitro assegna il rigore sui cui si presenta Vlahovic che colpisce il palo. All’82 Cuadrado colpisce la traversa con un destro a giro dalla trequarti, deviazione di Turk e legno. Al 94′ Traversa colpita da Vlahovic, sulla respinta ne approfitta Soule che manda la palla in rete.

Il tabellino

Juventus (3-4-2-1): Perin; Bremer (38′ st Rugani), Bonucci (1′ st Cuadrado), Danilo; De Sciglio (42′ st Gatti), Barrenechea (1′ st Locatelli), Rabiot, Kostic; Fagioli, Miretti (28′ st Soulè); Vlahovic. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Paredes, Compagnon, Iling. All.: Allegri

Sampdoria (3-4-2-1): Turk; Gunter, Nuytinck (31′ st Paoletti), Amione; Zanoli, Winks, Rincon (36′ st Malagrida), Augello (28′ st Murru); Leris, Djuricic (28′ st Jesé); Gabbiadini.
A disp.: Ravaglia, Tantalocchi, Oikonomou, Sabiri, Yepes, Quagliarella. All.: Stankovic

Arbitro: Prontera

Marcatori: 11′ Bremer (J), 26′ Rabiot (J), 31′ Augello (S), 32′ Djuricic (S), 19′ st Rabiot (J), 49′ st Soulé (J)

Ammoniti: Fagioli (J), Rincon (S)

La classifica

Napoli 68
Inter 50
Lazio 49 
Milan 47*
Roma 47
Atalanta 42
Juventus 38 (-15)
Torino 37
Bologna 36
Udinese 35
Fiorentina 34
Monza 33
Sassuolo 33
Empoli 28
Lecce 27
Salernitana 25*
Spezia 24
Hellas Verona 19
Cremonese 12
Sampdoria 12

* Una Partita in meno

Articoli correlati

Back to top button