Serie A

Serie A: finisce 1 a 1 alla Sardegna Arena tra Cagliari e Sassuolo

Nella seconda gara della 34ma giornata di Serie A si incontrano alla Sardegna Arena Cagliari e Sassuolo. Zenga sorprende in attacco: torna João Pedro dopo l’iniziale panchina contro la Sampdoria, ma a essere escluso questa volta è Simeone. Dietro al brasiliano agirà Pereiro.

Sassuolo senza lo squalificato Berardi e con Haraslin e Boga a supporto di Caputo. In porta per la squadra di De Zerbi c’è Pegolo e non Consigli. Gara importante soprattutto per il Sassuolo, che non abbandona le speranze di andare in Europa: attualmente gli uomini di De Zerbi hanno 6 lunghezze di distacco dal settimo posto del Milan.

Il Cagliari, travolto a Genova dalla Sampdoria nel turno infrasettimanale, staziona invece a quota 41, già salvo e lontano da quelle posizioni di vertice che aveva accarezzato nella prima parte del campionato.

Sono 11 i precedenti in Serie A tra Cagliari e Sassuolo: il bilancio sorride leggermente ai sardi, che hanno vinto 3 volte contro 2. Sono 6 infine le sfide terminate in parità.

La gara d’andata, che si è giocata al Mapei Stadium lo scorso 8 dicembre, si è conclusa sul punteggio di 2-2. Sassuolo in doppio vantaggio, ma raggiunto nei secondi finali da una rete di Ragatzu.

Cagliari-Sassuolo: la cronaca

Primo tentativo su punizione del Sassuolo dopo tre minuti: il pallone calciato in mezzo da Rogerio, però, termina direttamente sul fondo. Ancora la squadra di De Zerbi con il tiro-cross potente da destra di Haraslin, ma Cragno blocca.

Di nuovo Haraslin prova la percussione centrale, venendo però fermato proprio all’ingresso dell’area. Provano a farsi vedere i padroni di casa: tocco sbagliato di Birsa per Nandez e palla che lentamente rotola oltre la linea di fondo.

Ancora Sassuolo: Boga prova a penetrare in area da sinistra, ma in qualche modo Rog recupera. Al 12′ si sblocca il punteggio alla Sardegna Arena: colpo di testa ravvicinato dell’attaccante ex Empoli dopo la spizzata involontaria di Faragò. CAGLIARI-SASSUOLO 0-1, GOL DI CAPUTO.

Ci prova di nuovo Haraslin, ma la sua conclusione mancina da fuori è facile preda di Cragno. Cagliari che prova faticosamente a farsi vedere dalle parti di Pegolo, ma senza troppo successo. Il Sassuolo, invece, si difende bene ed è sempre pericoloso quando avanza.

Al 19′ cross di Traore sempre per Caputo, che stavolta manca la deviazione aerea da pochi passi. Azione comunque fermata per fuorigioco. Sassuolo più vivace, più reattivo, messo meglio in campo. Il Cagliari non sta minimamente trovando la quadratura del cerchio. Gara a senso unico fin qui.

Si fa rivedere il Cagliari: lancio dalle retrovie per Pereiro, anticipato fuori area dall’intervento di testa di Pegolo.Il Sassuolo continua a gestire il gioco a proprio piacimento. Palleggia, aumenta e diminuisce i ritmi. E dietro non sta rischiando praticamente nulla.

Timido tentativo del Cagliari con Pereiro, ma non c’è nulla da fare: la difesa del Sassuolo si salva abbastanza agevolmente. Ancora la formazione sarda in attacco: lancio lungo di Birsa per Pereiro, ma Pegolo è ancora una volta in vantaggio e blocca.

Fin qui match condotto agevolmente dal Sassuolo contro un Cagliari che non è mai riuscito a mettere assieme due passaggi di fila. Dopo due minuti di recupero finisce il primo tempo alla Sardegna Arena: Sassuolo in vantaggio 1-0 contro il Cagliari, decide Caputo.

Cagliari-Sassuolo: secondo tempo

Altro brivido per i padroni di casa: Sassuolo, che si presenta davanti alla porta con Haraslin, fermato da Pisacane. Lo slovacco era comunque in offside. Al 48′ espulso Carboni, che prima perde palla e poi va a sgambettare Djuricic: secondo giallo e rosso.

Cagliari che ora si schiera con un 4-3-2, con Faragò e Mattiello che arretrano sulla linea difensiva. Ma è ancora il Sassuolo che si fa vedere in area sarda: Djuricic si presenta al limite e tocca in mezzo per Caputo, ma Ladinetti è bravo a recuperare e a mettere in angolo.

Al 56′ conclusione a giro di Djuricic, ma la palla finisce non distante dal secondo palo di Cragno. Il Sassuolo non riesce a chiuderla. Mattiello stende il vivacissimo Djuricic, ma stavolta Ayroldi non estrae gialli. Niente da fare per il Cagliari, che ci prova con Simeone ma la spreca: tocco in area per nessuno e palla a Pegolo.

Ancora Sassuolo con Boga che allarga a sinistra per Rogerio, che spara in mezzo: Djuricic si tuffa ma non trova l’impatto con il pallone a porta vuota. Al 63′ la squadra di Zenga trova il gol del pareggio: assist mancino in area di Rog per il brasiliano, che piazza il piattone vincente alle spalle di Pegolo. CAGLIARI-SASSUOLO 1-1, GOL DI JOAO PEDRO.

Ora il Cagliari crede nella vittoria: palla messa in mezzo su punizione di Rog ma Ceppitelli, in spaccata sul secondo palo, non ci arriva. Al 69′ ancora Rog ma la sua conclusione di destro sorvola l’incrocio dei pali. Poco più di 10 minuti alla fine. Ora il Sassuolo preme alla ricerca del nuovo vantaggio.

Sassuolo che si fa rivedere in area sarda: Ferrari riceve sul secondo palo un cross di Rogerio, ma di testa non trova la porta. Ora si gioca quasi solo nella metà campo del Cagliari. Il Sassuolo ci prova, ma con un po’ di confusione. Sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi con Locatelli che imbuca per Djuricic che tocca per Caputo: la palla schizza però verso Cragno che la fa sua.

Insiste la squadra di De Zerbi: destro sballato di Boga e palla sul fondo. Il Sassuolo proprio non riesce a pungere. Dopo quattro minuti di recupero finisce la partita alla Sardegna Arena: 1-1 tra Cagliari e Sassuolo.

Cagliari-Sassuolo: il tabellino

MARCATORI: 12′ Caputo (S); 63′ Joao Pedro (C)

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Pisacane, Ceppitelli, Carboni; Faragò, Nandez, Birsa (46′ Ladinetti), Rog (90′ Klavan), Mattiello; Pereiro (46′ Simeone), Joao Pedro. A disposizione: Rafael, Ciocci, Klavan, Lykogiannis, Porru, Walukiewicz, Delpupo, Lombardi, Paloschi, Ragatzu. Allenatore: Walter Zenga

SASSUOLO (4-3-3): Pegolo; Muldur (71′ Magnani), Marlon, Ferrari, Rogerio (90′ Kyriakopoulos); Djuricic (’90 Manzari), Locatelli, Traore (71′ Raspadori); Haraslin (71′ Ghion), Caputo, Boga. A disposizione: Consigli, Russo, Peluso, Piccinini, Chiriches, Mercati. Allenatore: Roberto De Zerbi

ARBITRO: Ayroldi di Molfetta

AMMONITI: Carboni, Faragò, Rogerio (C); Marlon, Ferrari (S).

ESPULSI: Carboni (C) al 48′ per doppio giallo.

Articoli correlati

Back to top button