Serie A

Serie A: Cagliari-Sampdoria 2-0, successo casalingo per Di Francesco

Vittoria interna degli isolani che superano la formazione di Claudio Ranieri grazie ai gol di Joao Pedro (su rigore) e Nandez

Per la settima giornata di Serie A scendono in campo alla Sardegna Arena Cagliari e Sampdoria. L’arbitro dell’incontro è Giovanni Ayroldi della sezione di Molfetta.

Gli assistenti sono Preti e Macaddino, il quarto ufficiale è Marini. Al VAR Manganiello con l’assistenza di Lo Cicero.

Cagliari-Sampdoria: la cronaca

Dopo tre minuti la prima azione d’attacco è della Sampdoria: Godin salva a centro area ma era tutto fermo a causa della posizione di offside di Ramirez.

Al 5′ buona ripartenza della Samp con Augello che però sbaglia il traversone dalla sinistra: Candreva, appostato sul palo più lontano, non può arrivarci. Rimessa dal fondo per il Cagliari.

Un minuto dopo cross morbido dalla trequarti destra di Ounas: Joao Pedro colpisce di testa e manda il pallone sulla traversa all’altezza dell’incrocio dei pali.

Nell’azione precedente dormita di Bereszyinski che si è fatto sorprendere alle spalle dall’attaccante del Cagliari. Al 13′ ancora i padroni di casa con Zappa dalla destra: cross a centro area a cercare Simeone, anticipato da un’ottima uscita di Audero.

La risposta della Sampdoria arriva su una punizione dai 25 metri: destro potente di Quagliarella che si infrange sulla barriera, poi Godin libera l’area.

Due minuti dopo errore di Godin che buca l’intervento ma per sua fortuna Quagliarella è in posizione irregolare.

Partita che si gioca su ritmi non altissimi. Il dato sul possesso palla finora premia la Sampdoria. Al 26′ prezioso lavoro in fase difensiva di Simeone che fa carambolare il pallone sui piedi di Candreva e guadagna una rimessa laterale interrompendo la pressione offensiva della Samp.

Due minuti dopo scintille tra Ayroldi e Di Francesco: l’allenatore del Cagliari non ha digerito la mancata concessione di una punizione per un presunto fallo su Joao Pedro, lanciato in contropiede.

Al 31‘ altro svarione piuttosto grossolano di Godin, salvato ancora una volta dalla bandierina del guardalinee che segnala una posizione irregolare di Quagliarella.

Interessante cross dalla destra di Candreva per la Sampdoria, ma a centro area non c’è nessuno. Zappa sfiora e mette in corner rubando il tempo a Jankto sul secondo palo.

Si fa vedere anche il Cagliari con Marin che ci prova dalla distanza con il destro: pallone altissimo, nessun brivido per Audero.

Erroraccio del terzino sinistro della Sampdoria Augello che poi stende Nandez, lanciato tutto solo verso Audero. Giallo per lui. Ayroldi va a rivedere il fallo di Augello su Nandez.

Il direttore di gara cambia il colore del cartellino ed espelle il terzino sinistro della Samp. Blucerchiati in dieci uomini.

Ramirez a terra all’interno dell’area di rigore della Samp dopo avere ricevuto un colpo al costato da Walukiewicz, probabilmente fortuito.

Esce Ramirez, al suo posto entra Damsgaard. Cambio tattico per Ranieri: Ramirez sembrava in grado di proseguire il match. Dopo tre minuti di recupero finisce il primo tempo alla Sardegna Arena: CAGLIARI-SAMPDORIA 0-0.

Cagliari-Sampdoria: secondo tempo

Al 47′ vantaggio dei padroni di casa: sombrero di Joao Pedro in area ai danni di Tonelli. Fallo di ostruzione del difensore della Samp e Ayroldi non ha dubbi.

Dagli 11 metri non sbaglia Joa Pedro. CAGLIARI-SAMPDORIA 1-0, GOL DI JOAO PEDRO. Destro secco del brasiliano dal dischetto: Audero intuisce ma il pallone gli passa sotto la pancia.

Joao Pedro ha timbrato il suo gol in queste prime 7 giornate di campionato. Al 54′ contropiede del Cagliari avviato da Sottil, concluso da un destro di Ounas che spara sull’esterno della rete in condizioni di scarso equilibrio.

Un minuto dopo sugli sviluppi di un corner calciato dalla destra da Candreva, il ceco Jankto esplode il sinistro dal limite e spedisce a lato.

Al 58′ Sampdoria pericolosa con Damsgaard che cerca Quagliarella con un traversone basso a centro area. Godin salva tutto anticipando l’attaccante blucerchiato che era appostato sul secondo palo.

Due minuti dopo altro contropiede dei sardi con Sottil che scarica su Joao Pedro al limite: finta a rientrare sul sinistro, ma Tonelli capisce tutto e riesce a murare la conclusione dell’attaccante rossoblù.

Al 63′ Sottil punta l’area e spara col sinistro: ottimo riflesso del portiere della Sampdoria Audero che respinge, poi l’attaccante del Cagliari tenta la mezza rovesciata e spedisce sul fondo.

Due minuti dopo sinistro di Lykogiannis dalla distanza: pallone alto non di molto. Al 68′ Cagliari che trova il gol del raddoppio: Simeone lancia in profondità l’uruguaiano che ruba il tempo a Yoshida, evita Candreva in dribbling e trafigge Audero con un tocco di sinistro. CAGLIARI-SAMPDORIA 2-0, GOL DI NANDEZ.

Ranieri medita un triplo cambio: il tecnico della Samp prova a mettere in campo giocatori freschi per l’ultimo quarto d’ora di gioco.

Esce Jankto, entra Leris al suo posto. Fuori anche Ekdal, al suo posto entra Adrien Silva. Esce Quagliarella, al suo posto entra La Gumina.

Al 78′ sardi che mettono a referto anche la terza rete della giornata: Joao Pedro allarga a destra per Ounas che alza la testa e mette in mezzo un pallone perfetto per Sottil. Sinistro di prima intenzione e pallone che si insacca sotto la traversa. CAGLIARI-SAMPDORIA 3-0, GOL DI SOTTIL.

Annullato il gol di Sottil: Ounas era in offside. ALLA SARDEGNA ARENA SI RESTA SUL 2-0 A FAVORE DEL CAGLIARI.

Al 82′ esce Candreva, al suo posto entra Verre. Cambio nel Cagliari: esce Simeone, al suo posto entra Pavoletti. Dopo quattro minuti di recupero finisce il match alla Sardegna Arena: CAGLIARI BATTE SAMPDORIA 2-0.

Cagliari-Sampdoria: il tabellino

MARCATORI: 47′ rig. Joao Pedro (C), 68′ Nandez (C)

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno; Zappa (dal 90′ Caligara), Walukiewicz, Godin, Lykogiannis; Rog, Marin (dal 45′ Sottil); Nandez (dal 90′ Tramona), Joao Pedro, Ounas (dal 90′ Pisacane); Simeone (dal 85′ Pavoletti). Allenatore: Di Francesco.

SAMPDORIA (4-2-3-1): Audero; Bereszynski, Tonelli, Yoshida, Augello; Thorsby, Ekdal (dal 76′ Silva); Candreva, Ramirez (dal 42′ Damsgaard), Jankto (dal 76′ Leris); Quagliarella (dal 76′ La Gumina). Allenatore: Ranieri.

ARBITRO: Ayroldi di Molfetta. Assistenti: Preti di Mantova e Macaddino di Pesaro. Quarto ufficiale: Marini di Roma 1. VAR: Manganiello di Pinerolo. AVAR: Lo Cicero di Brescia.

Articoli correlati

Back to top button