Serie A

Sassuolo, Carnevali: “Piena fiducia in Dionisi, non rischia”

Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo, ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport, trattando vari temi: dal periodo negativo dei neroverdi: “Sono sorpreso, perché credo che la squadra sia buona“, la situazione Dionisi: “E’ bravo, ho fiducia in lui” e del sogno “del dottor Squinzi di riportare questa squadra in Europa”. Di seguito le sue dichiarazioni.

Sassuolo, Carnevali: “Dionisi è bravo, non rischia”

“Il Sassuolo sta facendo meno bene di quanto pensavamo. Questo è il decimo anno consecutivo in A, un traguardo straordinario. Qualche difficoltà può starci, bisogna mantenere la calma con la consapevolezza di avere una rosa importante con giocatori di qualità. Ne verremo fuori al più presto”. “Sono sorpreso, perché credo che la squadra sia buona e debba essere ambiziosa. La Serie A è sempre difficile, quest’anno ancora di più perché la lunga sosta per il Mondiale ha un po’ scompaginato le cose. E noi stiamo pagando proprio la brutta partenza dopo lo stop di novembre e dicembre. Adesso non è il caso di guardare il calendario o la classifica, dobbiamo pensare solo a noi stessi: io non sono contento di come stanno andando le cose”.

“Dionisi non rischia”

“No, la sfida di domani non inciderà. Dionisi è bravo, noi abbiamo piena fiducia in lui, sta lavorando bene sul campo e infatti dal punto di vista del gioco c’è poco da dire. Mancano i risultati, abbiamo perso incontri che non dovevamo e non meritavamo di perdere. Fatichiamo a segnare, purtroppo. Dobbiamo fare un’analisi e ripartire: ci sta mancando qualcosa.”

Il sogno di Squinzi

“Realizzare il sogno del dottor Squinzi di riportare questa squadra in Europa. E glielo dico in un momento difficile, per farle capire quanto sono convinto del nostro progetto”.

Il mercato

«Interverremo sul mercato solo se dovesse capitare un’occasione improvvisa, ma tendo a escluderlo. Per adesso è tutto fermo. E di sicuro non vendiamo Frattesi e gli altri giocatori più importanti. Frattesi e Traore piacciono in Premier, spesso vengono a seguirli osservatori di squadre inglesi. Abbiamo fatto un’indagine di mercato dalla quale risulta che il Sassuolo ha una bella riconoscibilità all’estero”.

Articoli correlati

Back to top button