EsclusiveSerie A

ESCLUSIVA TCN – Giampaolo. “Sono felice alla Samp, poi si vedrà. Su Torreira e la Juventus…”

Un lunedì uggioso, ma non troppo per spegnere gli entusiasmi presenti alla “Sala Buozzi” di Giulianova, dove il tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo ha ricevuto il premio “fair play”. Nativo della splendida cittadina abruzzese affacciata sul mare, il mister blucerchiato ama spesso tornarci. Soprattutto quando ci sono eventi come questi, dove può godere indisturbato della sua passione e della sua gente. E il calcio qui fa da padrona. Tanti i talenti sfornati da un paese di poco più di 25mila anime, tra i quali l’attuale mister volato da due anni a Genova.

In esclusiva ai microfoni di TuttoCalcioNews, l’allenatore ha rilasciato queste dichiarazioni sul suo futuro. Il futuro non posso prevederlo, nel calcio le cose cambiano di settimana in settimana. Io sono felice di stare alla Sampdoria, è una società affascinante. Per il resto staremo a vedere”.

Poi sposta il discorso sulla possibile qualificazione all’Europa League del Doria: “Nonostante manchino ancora sette partite, noi siamo li a combattere da settembre. Lotteremo fino alla fine per questo obiettivo. I tanti scontri diretti lasciano il gioco ancora aperto e ci fanno sperare”.

Ostacolo Juve: l’Europa passa da Torino

In vista del prossimo appuntamento con la Juventus, Giampaolo ha dichiarato: Sarà sicuramente la sfida più facile! (ride, ndr). La affronteremo con gioia, entusiasmo e sentimenti forti. Ognuno farà il suo e punterà al proprio obiettivo”. Non è mancato un accenno all’assenza di Paulo Dybala contro il Real Madrid in Champions League: La Juventus è forte con o senza Dybala. Può rinunciare anche a quelli che sono i suoi titolari perché ne ha tanti. Certo, forse un po’ di stanchezza in più l’avrà, ma per noi sarà una tappa importante a prescindere”.

Provando a stappargli qualche scoop sul futuro di Lucas Torreira, che sotto la sua guida è esploso attirando gli occhi di mezza Europa, il tecnico ha cambiato atteggiamento, forse perché già cosciente di doverlo salutare molto presto: “E’ un giocatore che ha grandi qualità, il talento è figlio di madre natura ma non basta, ci vuole passione. Torreira ha entrambe e ovunque dovesse andare ha la mia benedizione“. Poi l’ultima confidenza, destinata a tutti gli appassionati che hanno acquistato Strinic al fantacalcio e non sanno cosa farsene: “Tenetevelo in grande considerazione, come il suo mister”. 

Articoli correlati

Back to top button