Serie B

Salernitana, Bocchini: “Siamo in crescita, ma dobbiamo ancora migliorare. Primo posto? Ci godiamo il…

 Riccardo Bocchini, vice di Fabrizio Castori (squalificato), ha commentato così il pareggio colto dalla Salernitana in quel di Frosinone: “Dobbiamo essere soddisfatti della prestazione della squadra. Venire a giocare a Frosinone in questo modo, creando anche qualche occasione non era facile. Credo che nemmeno il Lecce venga qui con la convinzione di vincerla a priori. Siamo consapevoli della nostra crescita, ma dobbiamo ancora migliorare: soprattutto cercare di giocare più in verticale, e questo lo possiamo fare grazie alle qualità di Djuric, e quindi di conseguenza conquistare metri in campo. Siamo partiti ad agosto con un gruppo nuovo e stiamo mettendo giorno dopo giorno dei mattoni che ci permetteranno di continuare il percorso di crescita. In queste ultime settimane abbiamo incontrato squadre forti che venivano da periodi positivi. Ogni partita è diversa e a differenza della trasferta di Brescia dove siamo andati un po’ molli, in queste ultime due (Lecce e Frosinone) siamo scesi in campo con la giusta convinzione. E queste prestazioni ci permettono di aumentare l’autostima. Giannetti si è fatto trovare pronto ed è stato bravissimo. Cicerelli tra amichevoli e campionato è stato impiegato in tante occasioni e ha tirato la cosiddetta ‘carretta’, quindi è giusto che riposi. Djuric sta abbastanza bene, ha preso soltanto un brutto colpo, ma non credo sia una cosa grave. Gondo è un giocatore in costante crescere, la nostra arma in più. Casasola è uno degli assist-man più importanti di questa categoria, lo ha dimostrato anche in passato. Lopez non ha la spinta di prima, ma ci garantisce un buon piede per uscire dalle situazione di pressing. 

La difesa si sta comportando bene e noi abbiamo (come staff tecnico)  fiducia in tutto il reparto. Stanno raggiungendo un livello che all’inizio sembrava impensabile. Il rigore nel finale di gara? Se hanno fischiato qualche giorno fa quello alla Juve, allora su questo si può discutere. Abbiamo scelto Kupisz perché volevamo un centrocampo tosto, che riusciva a stare dietro ai loro inserimenti. Poi a partita in corso non c’erano gli spazi per inserire calciatori come Anderson. Il primo posto? Ci godiamo il momento. La prossima partita con la Virtus Entella sarà sicuramente più difficile di questa. Loro sono una squadra ferità, in difficoltà e daranno il massimo. Alla fine del match i ragazzi non erano soddisfatti perché sapevano di aver fatto una buona prestazione”. 

FONTE: Tutto Mercato Web

Articoli correlati

Back to top button