Serie B

Salernitana, Bocchini dopo il 5-0 subito dall’Empoli: “Umiliati, chiediamo scusa ai tifosi”

“Anzitutto ci teniamo a chiedere scusa a tutta la città di Salerno, rappresento il sentimento di una squadra che è consapevole di aver sbagliato tutto dall’inizio alla fine. Col Pordenone, appena due settimane fa, siamo stati battaglieri anche in 9 contro undici, non ha senso analizzare quello che è stato in passato ma preferiamo concentrarci sul presente. Al posto di parlare di tracollo preferirei che ci si fermasse tutti a riflettere. Non mi sembra che in passato sbagliavamo così tanto, oggi è il classico match in cui si parte male e si finisce peggio”. Così il tecnico della Salernitana Riccardo Bocchini in conferenza stampa. Il mister prosegue: “Non mi sento di fare un’analisi su uno o due giocatori. Purtroppo non si può dare la colpa ad una singola scelta. Tutti devono assumersi responsabilità, se gli anelli della catena iniziano a cedere a cospetto di un avversario così forte diventa impossibile recuperare. Una squadra non si può sentire frammentata nei giudizi: dobbiamo andare a casa umiliati, pensando soltanto di voler azzerare quanto accaduto ritrovando quelli che sono stati i pregi del passato e correggendo i limiti emersi in questa gara”. Si insiste su alcune scelte di formazione ritenute non adeguate al match, come l’inserimento a sorpresa di Veseli e l’esclusione di Cicerelli e Mantovani che erano stati tra i migliori nelle settimane precedenti: “Le scelte vengono fatte per tanti motivi, andare a parlare di singole decisioni dopo un 5-0 secondo noi non ha senso. Il lavoro settimanale dà responsi, è chiaro che anche lo staff tecnico ha le sue responsabilità. Chiedo ancora scusa a tutta la tifoseria, a quelle persone che sono a casa e che hanno visto la partita. Non salvo né accuso: è un dato di fatto che non c’è stata partita, il peso di una sconfitta del genere va diviso in ogni singola componente”. Sulle difficoltà realizzative: “Nel computo della partita è tutto nero e avete ragione, ma qualche occasione c’era stata nel primo tempo e non siamo stati bravi. L’Empoli ci ha preso le misure, si è portato sul 3-0 in rapida successione e non c’è stata storia nella ripresa. Non era ovviamente possibile ribaltarla nella ripresa con precisione e intensità. Siamo uomini, viviamo di sensazioni e siamo consapevoli di quanto accaduto. Non mi piace analizzare i particolari, lo ripeto. Sappiamo che abbiamo sbagliato, non credo si debba aggiungere altro”.

FONTE: Tutto Mercato Web

Articoli correlati

Back to top button