Lione-Juventus, Garcia a Sky: “Bianconeri strafavoriti, ma non sempre vince il migliore”

Garcia

Alla vigila di Lione-Juventus, Rudi Garcia parla a Sky Sport: "Bianconeri strafavoriti, ma non sempre vince il migliore. L'Atalanta, un esempio da seguire"

Lione-Juventus, Garcia a Sky: “Bianconeri strafavoriti, ma non sempre vince il migliore”. L’allenatore del club francese presenta a Sky Sport la gara degli ottavi di Champions contro i bianconeri.

Lione, Garcia: “Bianconeri strafavoriti, ma non sempre vince il migliore”

Lione-Juventus, Garcia a Sky Sport: “Bianconeri strafavoriti, ma non sempre vince il migliore” – L’allenatore del Lione presenta la gara degli ottavi di Champions contro i bianconeri: “Hanno quasi ragione, ma è il quasi che può fare la differenza. La Juve è strafavorita, sono una grande squadra che ho conosciuto da vicino in Italia: quando sono arrivato io avevano già vinto due scudetti consecutivi, poi ne hanno conquistati altri sei”

Lione, Garcia: “La Juve? Grande squadra con grandi giocatori””

Parlando della Juventus e dei suoi giocatori, Garcia dice:“La Juve? Grande squadra con grandi giocatori, ancora di più dopo l’ingaggio di Cristiano Ronaldo, un calciatore mondiale. Non sempre però nel calcio vince il migliore. Sappiamo che loro sono strafavoriti, ma vogliamo fare l’exploit. Vogliamo uscire a testa alta da queste due partite contro la Juve”.

Lione, Garcia: “L’Atalanta è un esempio da seguire”

E alla domanda sulla grade impresa dell‘Atalanta, Rudi Gracia risponde: “Certo, ho visto il risultato dell’andata contro il Valencia e hanno ottenuto buone chance per qualificarsi ai quarti. L’Atalanta, così come il Borussia Dortmund che ha sconfitto il Psg e l’Atletico Madrid che ha battuto il Liverpool: sono tutti esempi da seguire”.

Lione, Garcia: “Io allenare la Juve? Sto benissimo a Lione”

Sulla possibilità un giorno di allenare i bianconeri, l‘allenatore del Lione ha le idee ben chiare: “Per il momento sono a Lione. Il mio modo di fare non è mai cambiato. Quando sono in un club lavoro sempre come se fosse il mio ultimo club. Il problema nel calcio è che anche se tu, allenatore, vuoi una cosa del genere, a volte i presidenti o le società vedono le cose in un altro modo. Ho grandi ricordi del mio passaggio alla Roma, ho scoperto il vostro Paese, un grande calcio, l’amore. Per me l’Italia e la Roma sono nel mio cuore ed è normale che sia così”.

Lione, Garcia: “De Rossi ? Un leader sul campo”

Alla domanda su Daniele De Rossi e su un suo futuro come allenatore della prima squadra della Roma, dice: “De Rossi sarà sicuramente un allenatore di grande livello. Non era solo un giocatore che sapeva fare tutto in modo incredibile, tecnicamente, tatticamente e fisicamente. Era un giocatore come ne ho visti pochi. Era anche un leader sul campo, uno che capisce molto di tattica. Un centrocampista che equilibrava la squadra. Sicuramente sarà un allenatore di qualità, onesto, che sa motivare la squadra. Sul piano mentale sarà sicuramente forte. Ha tutto per farlo. Lui un giorno allenatore della Roma? Perché no? Per il momento hanno Fonseca che un allenatore di qualità. Credo che a Daniele serva fare i suoi step per imparare il mestiere.

TAG