Calcio estero

Ronaldinho e fratello di nuovo in arresto, sono accusati di riciclaggio

Ronaldinho e suo fratello Roberto De Assis sono stati arrestati per la seconda volta nel giro di 48 ore. I due che erano stati inizialmente fermati nei giorni scorsi, per essere arrivati in Paraguay muniti di documenti falsi. E con il Pubblico Ministero che tuttavia li aveva scagionati nella giornata di giovedì.

I due fratelli che sostenevano di aver ricevuto quei documenti in regalo dall’imprenditore brasiliano Wilmondes Sousa Lira, già arrestato ad Asunciòn. Lo stesso Lira che avrebbe scaricato la colpa all’imprenditrice paraguayana Dalia Lòpez, responsabile di aver invitato i due per degli eventi promozionali e benefici.

Ronaldinho e Assis che hanno testimoniato nella giornata di venerdì di fronte al giudice, che tuttavia non ha condiviso la decisione iniziale del PM. Ecco che dunque i due fratelli sono stati arrestati un altra volta, con il quotidiano paraguayano “ABC Color” che parla di una possibile accusa di riciclaggio rivolta anche a Dalia Lòpez.

Articoli correlati

Back to top button