Curiosità

Serie A, Rizzoli: “Meno contatti e più ammonizioni per la sicurezza di tutti”

Quando si riprenderà a giocare, quando i calciatori torneranno in campo, i comportamenti e gli atteggiamenti dovranno essere diversi dal passato. Ne è convinto il designatore degli arbitri italiani Nicola Rizzoli, magari anche con un maggior numero di cartellini gialli come metodo per garantire distanziamento sociale. Tesi azzardata, diciamo così, che l’ex fischietto affronta così: “Senza dubbio bisognerà avere comportamenti diversi, ci dovrà essere la giusta distanza fra i giocatori e con gli arbitri stessi. Serve uno step culturale positivo per tutti”.

Rizzoli: “”Le 5 sostituzioni, sono una proposta della Fifa”

Come questo, in effetti, potrò essere attuato è tutt’altro discorso, semplicemente perché il calcio è uno sport di contatto e non può essere altrimenti. Più facile, ma forse solo apparentemente, introdurre cambiamenti regolamentari per garantire una ripartenza più soft dal punto di vista fisico: “Le 5 sostituzioni, ha proseguito Rizzoli, sono una proposta della Fifa, ed è chiaro che in una fase in cui si dovranno affrontare molte gare una dietro l’altra e in una stagione particolare bisognerà venire incontro ai giocatori. Sarà poi l’ente organizzatore dell’evento ad accettare o meno la proposta della Fifa”.

I possibili cambiamenti del Var

“Gli arbitri, ha aggiunto il designatore, hanno fatto un break di una settimana per staccare un attimo, per poi allenarsi in casa. Ora hanno ripreso gli allenamenti a livello individuale in attesa di ulteriori indicazioni”. Possibili novità per quanto riguarda il VAR, per evitare assembramenti all’interno della sala controllo? “Abbiamo chiesto a Lega e Aia di ridurre i rischi al minimo, con l’uso di mascherine, guanti e seguendo tutti i protocolli”

Articoli correlati

Back to top button