ESCLUSIVA TCN – Ilario Pensosi tra Serie A, mercato e proposte per i “giovani”

Riforme giovani calcio italiano Ilario Pensosi

Riforme giovani calcio italiano - In vista degli ultimo 90' di campionato e del calciomercato ormai alle porte la nostra intervista esclusiva a Pensosi

In vista degli ultimo 90′ minuti di campionato e del calciomercato ormai alle porte ecco la nostra intervista esclusiva ad Ilario Pensosi, intermediario e consulente di calcio. Ai nostri microfoni ha toccato numerosi temi legati alla Serie A ed alla questione giovani, vista l’esperienza di Penosi come scout e responsabile scouting per varie società sia settore giovanile che prima squadra.

A 90 minuti dalla fine del campionato pronostici per la situazione Europa e salvezza?

Per l’ Europa , oltre alla certezze di Juventus e Napoli, merita l’ Atalanta un posto in Champions League per la stagione disputata. Per l’ ultimo posto disponibile è un contendersi delle milanesi , con l’ Inter favorita. La salvezza quest’anno rappresenta l’attrattiva di questo campionato italiano; seconde me concorrono Empoli e Genoa per la retrocessione, le altre squadre anche se  la classifica non fornisce la certezza matematica, dispongono di un calendario più vantaggioso”.

Il tuo bilancio su questa stagione dei Serie A?

“Lo Scudetto già annunciato da agosto. Un campionato che ogni anno diventa sempre più uniforme, con l’egemonia bianconera, le restanti si contendono i posti in Champions League e Europa League”.

In vista della prossima sessione di mercato e visto il valzer di allenatori atteso tra le big italiane (tranne il Napoli) cosa ti aspetti? Sarà un mercato povero o ricco?

Mi aspetto che l’avvento di Ronaldo porti altri campioni in Italia per incrementare il tasso tecnico del campionato che si abbassa progressivamente. Confido nella Juventus per altri colpi di livello assoluto, e nelle milanesi per rinforzare la rosa e riportare entusiasmo e vittorie ai tifosi che vivono da tempo stagioni infelici. Per le restanti squadre invoco il desiderio su talenti emergenti italiani, per la nazionale e riprendersi il palcoscenico della scuola calcio italiana”. 

Vista l’esplosione di Nicolò Zaniolo alla Roma credi possa essere da volano per le altre squadre? Credi possa cambiare la situazione “giovani” nel nostro campionato? Ed in tal senso idee o proposte che credi possano aiutare finalmente?

“Auspico che i Zaniolo si moltiplicano in Italia, per far risorgere i settori giovanili e puntare su di esso in modo da far comprendere alla società cosa significa investire sui giovani e imitano il modello Ajax. Se Figc,Coni e politica si alleano e attuano riforme in tal senso i giovani talenti in Italia si produrranno sempre di più. Idee o proposte in merito posso dire: più seconde squadre, soprattutto per i club di serie A e B, Settori giovanili esclusivamente italiani o composti da nati in Italia, vincolo di investire almeno il 30% sul settore giovanile e tenere almeno in prima squadra 10-12 italiani con 4-6 dal settore giovanile. Per ultimo nelle leghe minori (Serie C e Serie D) solo ed esclusivamente italiani”.

I giovani più interessanti nel panorama calcistico italiano?

“Barella, Chiesa, Pellegri kean, Cutrone, Tonali, Sensi, Bastoni, Caligara, Gabbia, Corba, Salcedo, Pinamonti, Vignato”.

TAG