Serie C

Perugia-Samb, out Konate, Nobili e Padovan: le probabili formazioni

Appuntamento sul manto del Renato Curi per Perugia e Sambenedettese, che quest’oggi si sfideranno alle ore 17:30 per il nono turno di ritorno del girone B. Un momento cruciale della stagione per mister Caserta. Il suo Perugia, attualmente secondo a quota 52 punti, ha disputato due partite in meno rispetto all’attuale capolista, il Padova, ad appena tre lunghezze di distanza. Il mese di Marzo sarà dunque fondamentale per la formazione perugina che ha la concreta possibilità di portarsi in prima posizione prima del rush finale. Dopo il match odierno i biancorossi saranno attesi all’Euganeo proprio dalla capolista nell’incontro di Domenica 7 Marzo: qual miglior modo di presentarsi se non con una striscia attiva di sei vittorie consecutive? Proprio così, il Perugia è in una serie molto positiva. Da dopo la sconfitta incassata giorno 19 Dicembre in casa della Triestina, i grifoni hanno inanellato nove risultati utili consecutivi, di cui gli ultimi cinque sono state le vittorie su Arezzo, Mantova, Legnago, Vis Pesaro e Modena. In mezzo, le partite rinviate ed in attesa di recupero con Arezzo e Fermana, sei punti virtuali che potrebbero significare tanto, e che prefigurerebbero una super favorita per lo scudetto. Prima, però, c’è l’impegno odierno al Renato Curi. Ed attenzione, l’incontro di oggi nasconde più insidie di quanto si possa pensare. La Sambenedettese è una bestia ferita: squadra presentata in stagione con alte aspettative, che ha vissuto un cambio di panchina con la parentesi Zironelli e poi il successivo ritorno di Paolo Montero, e che ora sta vivendo uno dei suoi momenti peggiori essendo reduce da una cocente sconfitta (la terza consecutiva) contro il Sudtirol per 0-4 allo stadio Druso. Attenzione, ripetiamo: mai sottovalutare la Sambenedettese, compagine che si è spesso dimostrata capace di ritrovarsi nei momenti di difficoltà. Il team di Montero è ancora in corsa per un piazzamento ai play off, sebbene la situazione adesso si faccia più stringente. 38 i punti sin qui raccolti dai rossoblù, noni nel girone ed incalzati dal basso da Mantova e Matelica, ma con ancora nel mirino la Virtus Verona, a quota 41 punti. Dopo la goleada subìta nell’ultimo turno ci si aspetta una reazione d’orgoglio dagli 11 che l’allenatore uruguagio manderà in campo. 

FONTE: tuttomercatoweb.com

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button