Serie A

SPAL, Viviani: “Resto legato alla Roma: Luis Enrique puntava su di me”

La SPAL nella prossima giornata di campionato affronterà la Roma. Tra le fila della squadra spallina c’è anche Federico Viviani, prodotto del vivaio giallorosso che torna ad affrontare la squadra in cui è cresciuto. Queste le parole rilasciate dal giocatore ai microfoni de Il Messaggero“Ho dei bellissimi ricordi della Roma, ho vissuto a Trigoria per 7 anni. Qui a Ferrara vivo da solo, non sono sposato, né fidanzato. E sono tifoso della Fiorentina, da sempre, perché mio zio è tifosissimo. Poi è chiaro che mi sono appassionato alla Roma con il tempo”.

Sul suo addio alla formazione capitolina: “Perché ho lasciato i giallorossi? Se fosse rimasto Luis Enrique, non mi avrebbero mandato via. Ricordo che a metà di quella stagione sono andato dal ds Walter Sabatini con i miei procuratori e gli ho detto: Direttore, devo giocare. A rispondere è stato Luis Enrique: Federico lo faccio crescere io, rimane con me. Così sono rimasto. “Per me, fare a 19 anni nove presenze in prima squadra, esordire in A contro la Juventus e giocare in Europa League è stato fantastico. E non sentivo neppure una pressione pazzesca”. Chiusura dedicata al suo futuro: “Futuro? Il mio sogno è il Mondiale del 2022 in Qatar”.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio