Serie A

Buffon-shock: “Ebbi un attacco di panico in campo e pensavo di morire”

In uno stralcio del libro ‘Demoni’ pubblicato da ‘La Stampa’, l’ormai ex portiere della Juventus Gianluigi Buffon ha raccontato la sua lotta contro la depressione nel 2004: Avevo perso la gioia di vivere, non davo più sollecitazioni al mio cervello per sottrarlo alla fissazione in cui era caduto. Non potrò mai scordare una sfida di campionato contro la Reggina: prima della partita, durante la fase di riscaldamento, mi è venuto un fortissimo attacco di panico“.

Le parole di Buffon

“Nessuno si accorse di niente e questo mi faceva sentire ancora più solo. Il cuore batteva a mille, il respiro diventava sempre più affannoso, pensavo di morire, pur sapendo che non sarebbe accaduto. Poi mi resi protagonista di una parata importantissima su Cozza, quando il risultato era ancora fermo sullo 0-0. Alla fine vincemmo 1-0. Quella parata ha rappresentato per me una scossa clamorosa, ha funzionato da elettroshock“.

Sono riuscito a scavare nelle mie risorse migliori, quelle dell’orgoglio, dell’amor proprio e dell’amore verso il lavoro. Mi sono detto: ‘se molli adesso lo farai ogni volta che sarai in difficoltà’.  Ero costretto a far convivere forzatamente il mio malessere e il fatto di dover fornire prestazioni elevate sul campo per non creare danni alla Juventus e all’Italia”.

Ciro D'Auria

Napoletano classe '95, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Al di là della passione viscerale per il calcio, nutre un grande interesse per il basket e il tennis, oltre che per l'arte e il gaming.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button