Serie A

Inter, Antonello: “Contro la Juventus Orsato ha usato due pesi e due misure”

Al canale ufficiale dell’Inter, ha parlato l’amministratore delegato della squadra nerazzurra Alessandro Antonello che ha parlato della direzione arbitrale di Orsato di sabato sera. Queste le parole dell’ad: “La rabbia non è smaltita, la squadra è stata feroce come ha chiesto il mister e sono successe cose inspiegabili, il club merita rispetto e lo meritano anche i nostri tifosi. Calo di tensione? Non accadrà, i ragazzi lo hanno dimostrato sul campo, ci attendiamo una pronta reazione e l’obiettivo rimane immutato, lo dimostreremo anche contro l’Udinese. Sia io che il management siamo stati sempre vicini alla squadra, nonostante qualcuno voglia far apparire il contrario, tutti siamo uniti e concentrati per il raggiungimento dell’obiettivo stagionale. Abbiamo perso una battaglia, non solo per colpa nostra, ma vogliamo vincere la nostra guerra sportiva”.

Nonostante l’inferiorità numerica, nerazzurri superiori alla Juventus: “Siamo orgogliosi della prova dei nostri ragazzi, che hanno messo passione ed anima in questa prova e del nostro pubblico eccezionale”. Circa il video di Tagliavento che sta facendo infuriare i tifosi: “Ciò che è successo è sotto gli occhi di tutti, non è stato uno spot positivo per il calcio italiano, anzi forse è stata una eurofiguraccia”.

Al centro delle polemiche c’è anche la direzione arbitrale di Orsato: “Voglio dire che abbiamo deciso di parlare solo oggi perché le dichiarazioni post-partita sarebbero state influenzate dall’enfasi. Abbiamo rivisto tutti gli episodi e non riusciamo a capire perché siano stati usati due pesi e due misure, il mondo del calcio sta cambiando ma certe cose purtroppo rimangono sempre le stesse, noi rimaniamo orgogliosi della nostra storia”.

Pasquale Barbato

Avvocato per passione, giornalista di professione, Pasquale Barbato ha una sola missione: la sta ancora cercando. Tifoso del Napoli, ama i motori, la buona cucina e la sua fidanzata

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button