Serie A

Parmamania: Black Sunday all’Olimpico, i crociati non sono mai scesi in campo

Una domenica nera, una sconfitta pesante e una prestazione che lascia il segno in questo weekend di fine novembre. Il Parma Calcio esce a testa bassissima dall’Olimpico di Roma dopo il KO per 3-0 e partita chiusa praticamente già a fine primo tempo. Il passivo sarebbe potuto essere molto più largo, contando le numerose occasioni dei padroni di casa compresa la traversa colpita dai giocatori di Fonseca. Un Parma così non si vedeva da tempo e con mister Liverani ci si aspettava un minimo di gioco propositivo, soprattutto dopo la prova opaca con la Fiorentina e le due settimane disponibili per preparare la partita. I giocatori in Nazionale non possono essere un alibi visto le belle prestazioni dei giocatori in giro per il mondo durante la settimana. 

Chi ha giocato contro la Roma non ha saputo mettere in mostra la cattiveria e la voglia di portare a casa almeno un punto. La responsabilità può anche essere di Liverani, come ha ammesso il mister nel dopo partita. Ma in campo come sempre ci vanno i giocatori e dagli undici scelti dall’allenatore si sono viste solo giocate difensive. Il Parma non ha mai colpito a rete e non ha mai impensierito il portiere avversario Mirante. Il Black Sunday dell’Olimpico ha lasciato residui di pessimismo tra i tifosi e attorno all’ambiente Parma. C’è chi vuole le dimissioni e chi l’esonero. E poi c’è chi giustamente vuole concedere a Liverani ancora un po’ di tempo per fare vedere la sua idea di calcio. Prima c’è la Coppa Italia e poi l’importante sfida di lunedì sera a Marassi col Genoa. Partita da dentro o fuori, uno scontro salvezza assolutamente da conquistare.

FONTE: calciomercato.com

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto