Senza categoria

Atalanta-Chievo 1-0: Mancini riporta la vittoria in casa nerazzurra

Nella 23^ giornata di Serie A, la sfida tra Atalanta-Chievo Verona termina con il risultato di 1-0. Tornano i festeggiamenti all’Atleti Azzuri d’Italia dopo un digiuno durato poco più di due mesi. Decisivo il goal dell’esordiente Mancini a venti minuti dalla fischio finale. Poche le occasioni del Chievo, che prosegue la striscia rossa rimanendo a quota 22 punti. Di seguito, ecco la cronaca e le pagelle di Atalanta-Chievo. Era dal 27 novembre 2017 che l’Atalanta non faceva bottino in casa propria. L’ultima vittoria, col Benevento. Tre punti importanti quelli di oggi, il sorpasso al Milan, e l’avvicinarsi sempre di più al sogno chiamato Europa League.

CRONACA DEL MATCH

Partono motivati gli undici di Gasperini, che non mancano di occasioni fin dai primi minuti di gioco. Al 14′ i padroni di casa sfiorano il vantaggio con un colpo di testa ad opera di Cristante, ma il suo tentativo termina di poco alto sopra la traversa. Ci riprova poco dopo Freuler che carica il destro ma non inquadra lo specchio. Senza Gomez in campo, sono Ilicic e Cristante a prendere le redini del numero 10. Dai loro piedi nascono due importanti occasioni (ma scarse di esito) che chiudono il primo tempo a reti inviolate, davanti a un Chievo che sembra fare da spettatore. Solo due timidi tentativi da parte dei clivensi che pagano l’assenza di Inglese in avanti.

Il copione non cambia nella ripresa, con l’Atalanta che fa da padrona. Cristante si mangia l’ennesimo goal e induce Gasperini ad aumentare il peso in attacco. Dentro Cornelius al posto di un deludente Petagna. Con l’ingresso del danese i nerazzurri aumentano la pressione costringendo il Chievo a chiudersi nella propria metà campo. L’episodio chiave arriva al minuto 72 con il tocco di petto dell’esordiente Mancini che gonfia la rete per l’1-0. Rimandati di qualche minuto i festeggiamenti dei tifosi, il tempo necessario al VAR per convalidare la rete. Gli orobici avrebbero l’opportunità di chiudere la partita con Cornelius, ma Sorrentino compie una gran parata. Maran si gioca il tutto per tutto negli ultimi dieci minuti, schierando Inglese per Gamberini. Ed è proprio dal piede del numero 45 che nasce l’occasione del possibile pareggio, sfumata però da Rigoni.

TABELLINO E PAGELLE ATALANTA-CHIEVO VERONA

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha 6; Toloi 6, Mancini 7, Masiello 6; Hateboer 6, De Roon 6, Freuler 6,5, Spinazzola 6,5; Cristante 6; Ilicic 7 (83′ Palomino sv); Petagna 5,5 (64′ Cornelius 6). Allenatore: Gian Piero Gasperini

CHIEVO VERONA (3-5-1-1): Sorrentino 6,5; Bani 6, Dainelli 6 (46′ Cesar 5), Gamberini 5,5 (80′ Inglese sv); Depaoli 6, Giaccherini 5,5 (64′ Rigoni 5,5), Radovanovic 5,5, Hetemaj 6, Jaroszynski 5,5; Birsa 5; Meggiorini 5. Allenatore: Rolando Maran

Arbitro: Calvarese di Teramo

Marcatori: Mancini (A, 73’)

Ammoniti: Bani (C, 92’)

Espulsi: –

MIGLIORE DEL MATCH:

Mancini 7 –  Il giovane difensore classe ’96 bagna l’esordio in Serie A con la rete che regala i tre punti all’Atalanta. Oltre al gol il difensore ha giocato una buona prestazione in fase difensiva non facendo sentire al tecnico e ai tifosi l’assenza di Caldara.

PEGGIORE DEL MATCH:

Meggiorini 5 – L’attaccante numero 69, invece, fa rimpiangere eccome l’assenza di Inglese. La fase offensiva del Chievo è nulla e le responsabilità ricadono tutte su di lui, incapace di proteggere il pallone e far salire la squadra. Giornata no.

Articoli correlati

Back to top button