Nazionale

Argentina-Italia 2-0: gli ‘azzurri’ cadono a Manchester

Nella prima amichevole post delusione Mondiale, l’Italia si conferma una squadra in difficoltà. Si conclude con il 2-0 a favore di un’Argentina visibilmente superiore. Di Biagio dovrà lavorare sodo per riportare la Nazionale azzurra al posto che merita.

CRONACA DEL MATCH

Prima del fischio di Martin Atkinson gli azzurri ricordano il compagno Astori con un minuto di silenzio. L’argentina fa altrettanto con René Houseman. Un primo tempo scarso di occasioni per l’Italia che si chiude in difesa davanti ai biancocelesti che partono forti. Al 5′ minuto infatti, arriva la loro prima occasione: Di Maria, dalla distanza, carica il destro e prova la conclusione. Ma i riflessi di Buffon sono impeccabili ed evitano lo spiacevole finale. Dopo soli quattro minuti gli undici di Di Biagio provano a rispondere con una buona occasione, sciupata però da Parolo. Insigne gli serve un ottimo cross sul secondo palo. Ma il numero 18 si inserisce senza centrare lo specchio della porta. Al 17′ la squadra di Sampaoli torna a farsi pericolosa, con Otamendi che colpisce di testa un preciso assist piazzato da Di Maria. Ma ancora una volta Gigi Buffon si oppone al suo tiro. Sul finire del primo tempo ci riprova l’Argentina con Higuain che va dritto in porta. Il suo tentativo è però fermato dal numero uno juventino. Ma non bastano le sue mani a frenare una palla che rotola verso la porta, arrestata solo da Rugani che interviene quasi sulla linea.

In avvio di secondo tempo partono meglio gli azzurri che a soli tre minuti dalla ripresa sciupano una clamorosa occasione. Errore in disimpegno da parte di Paredes che serve Immobile al limite dell’area. L’attaccante numero 17 offre a Insigne una palla d’oro, ma l’esterno del Napoli manda clamorosamente fuori il pallone. Sul ribaltamento di fronte è Lanzini a sfiorare il vantaggio con un colpo di testa da buona posizione. Al 60′ si fa ancora sentire l’Italia con protagonista di nuovo Immobile, che ben servito da Verratti spara addosso a Caballero. Mister Di Biagio prova a cambiare i volti della sua squadra ed ecco che arrivano i primi cambi. Fuori Florenzi, Parolo e Chiesa; dentro Zappacosta, Pellegrini e Candreva. Sampaoli risponde con Banega e Perotti al posto di Paredes e Di Maria, migliore in campo. Al 71′ Verratti è costretto a lasciare il posto a Cristante per un leggero fastidio muscolare. Poco dopo l’ingresso di Cutrone l’Italia subisce il gol dell’1-0: Banega triangola con Lo Celso e fa partire un rasoterra imparabile per Buffon. Al minuto 85′ arriva il secondo gol degli argentini ad opera di Manuel Lanzini, che così chiude decisamente la partita.

TABELLINO E PAGELLE ARGENTINA-ITALIA

ARGENTINA (4-2-3-1): Caballero 6; Bustos 6,5  (dall’89’ Mercado s.v.), Otamendi 6,5, Fazio 6, Tagliafico 6,5; Paredes 5,5 (dal 64’ Banega 6,5), Biglia 6; Lanzini 6,5, Lo Celso 6,5 (dal 77’ Pavon 6), Di Maria 7 (dal 64’ Perotti 6); Higuain 6,5. Allenatore: Jorge Sampaoli.

ITALIA (4-3-3): Buffon 6,5; Florenzi 5,5 (dal 61’ Zappacosta 6), Bonucci 5,5, Rugani 6, De Sciglio5,5; Parolo 6 (dal 61’ Pellegrini 6), Jorginho 6 (dall’86’ Belotti s.v.), Verratti 6 (dal 71’ Cristante 6); Chiesa 6 (dal 61’ Candreva 6), Immobile 6,5 (dal 74’ Cutrone 5,5), Insigne 5. Allenatore: Luigi Di Biagio.

MIGLIORE DEL MATCH

Di Maria 7 – Tutte le giocate offensive partono dai suoi piedi. Crea molti pericoli alla retroguardia italiana e fornisce assist favolosi ai suoi compagni. Sampaoli lo toglie dal campo dopo un’ora.

PEGGIORE DEL MATCH

Insigne 5 – Continua il pessimo feeling con la nazionale, pesa il suo errore a inizio ripresa. Sulla sua corsia l’Argentina attacca sempre in sue e rientra raramente.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio