Approfondimenti

Nazionale, puo’ essere davvero l’Italia la rivelazione a Euro 2020?

La Nazionale sta davvero meravigliando tutti e la goleada di Italia – Armenia testimonia come gli ‘azzurri’ stiano attraversando un “magic moment” in vista di Euro 2020. Il CT Mancini come testimoniato da più parti tra gli addetti ai lavori è il vero propulsore di questa squadra che sembra davvero pronta ad essere la sorpresa ai prossimi europei.

Italia - Armenia Immobile

Italia – Armenia: i gol di Immobile e Zaniolo ma non solo

Si puo’ partire da un assunto principale andando a leggere le prestazioni di questa Nazionale. Non è Immobile o Belotti dipendente. Una squadra che sa far giocare bene tutti i giocatori e gli interpreti che ne fanno parte a rotazione. Il turnover sembra funzionare, a maggior ragione perché questo binomio di partite ravvicinate in pochi giorni ne richiede fisiologicamente l’impegno da parte di tutti.

Il grande lavoro del selezionatore è stato quello di ripristinare fiducia e gioco ad un par o giocatori che, preso singolarmente, ha sempre fatto bene sia in Serie A che all’estero. I veri progressi non sono certo da annotare in un match come Italia – Armenia, quanto piuttosto in quelle decisive per la qualificazione, come Italia – Bosnia allo Stadium di qualche mese fa, dove gli ‘azzurri’ in svantaggio non hanno perso calma e qualità dietro le loro giocate. Sintomo questo che la cura Mancini stia funzionando alla perfezione.

Mancini ha preparato psicologicamente gli azzurri è gli Europei

Con i dovuti scongiuri e i “se” del caso, l’Italia si appresta ad affrontare con entusiasmo un campionato europeo di tutto rispetto. Se la Nazionale di Conte quattro anni fa era paragonabile ad un’armata spartana, quella di Mancini si avvicina all’opposto. Gioco arioso, fraseggi e libera interpretazione ai singoli, come a Bernardeschi, rivitalizzato in azzurro, spento con la Juventus.

Italia come quella che fu di un europeo passato? O come la Croazia nell’ultima edizione mondiale? Questo non è dato sapersi, ma le basi ci sono tutte. Basterà non spegnere l’entusiasmo e la fiducia al primo inciampo. Per tutto il resto ci sarà la spinta di due mach che si disputeranno all’Olimpico in uno scenario che assume tutti i connotati in salsa vintage di ‘Italia 90’.

Articoli correlati

Back to top button