Nations L.Nazionale

Italia, Chiellini: “Maglia azzurra speciale, ancora arrabbiati per il Mondiale”

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, il difensore Giorgio Chiellini ha parlato del suo rapporto con la Nazionale tornando sulla mancata qualificazione ai Mondiali svoltisi la scorsa estate in Russia.

Le parole di Chiellini

“Il 17 novembre del 2004 ho fatto il mio esordio e se tutto va come deve andare, il 17 novembre del 2018 taglierò il traguardo delle 100 partite. É anche oltre i sogni che si fanno da bambino. Le doti individuali le ho, ma dietro c’è tanto lavoro. La maglia azzurra è speciale, perché rappresenti la tua Nazionale, fai vivere emozioni a tutto un paese che ha qualcosa di impareggiabile. La tensione che si prova a giocare con la Nazionale non si raggiunge neanche nelle partite più importanti. Mondiale? Un rammarico che mi porterò sempre dietro, per le due eliminazioni al primo turno.

La mancata qualificazione? Dentro di noi c’è tanta delusione, sicuramente, perché è un vuoto che ci portiamo dentro, noi più vecchi ma anche i giovani. La speranza è che serva per ripartire con un progetto a medio-lungo termine, che si riparta dalle basi per capire cosa serve al calcio italiano. A quest’età non posso fare programmi a lungo termine, la vivo con l’entusiasmo di un debuttante, convocazione dopo convocazione. Dopo Italia-Svezia ho fatto una riflessione lunga, e ho pensato che la Nazionale è qualcosa che non puoi rifiutare. Finché l’allenatore ti chiama, hai un obbligo morale di rispondere”.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button