Nations L.Nazionale

Nations League: sarà doppietta Azzurra?

La Nations League è stata creata con l’obiettivo di limitare le amichevoli internazionali e offrire nuovi spunti ai match fra nazioni

Senza dubbio non si può paragonare un Europeo alla Nations League. La storia del trofeo continentale, la formula racchiusa in un mese (dopo i gironi di qualificazione), il pathos che crea una competizione di questo tipo è seconda solo al Mondiale. Quanto alla Uefa Nations League va detto che non è nata sotto una buona stella. La competizione è stata creata con l’obiettivo di limitare al minimo le amichevoli internazionali e offrire nuovi spunti ai match fra nazioni senza dover attendere ogni quattro anni l’arrivo dell’Europeo. Poi ecco che causa Covid le finali dell’ultimo Europeo e della prossima Uefa Nations League si trovino a breve distanza l’una dall’altra (meno di 3 mesi), un evento probabilmente (si spera) irripetibile anche perchè l’esistenza di questa competizione potrebbe essere messa seriamente a rischio dal pressing asfissiante delle lobbies che vogliono il Mondiale ogni due anni, ipotesi cui il nostro presidente della FIGC Gravina si è già fermamente opposto.

Final Four Nations League: cosa sono?

Ma torniamo al presente e guardiamo all’imminente nuova avventura dell’Italia che sarà impegnata nelle fasi finali della Nations League. Essendo una competizione ancora poco mainstream, in molti si chiederanno cosa sia la Final Four della Nations e altrettanti avranno dimenticato il motivo per cui l’Italia sia lì a giocarsi questa competizione. Prima della “sbornia dell’Europeo” gli azzurri avevano portato a casa un po’ in sordina un altro risultato importante, vale a dire la qualificazione alle Final Four di Nations League classificandosi al primo posto del proprio raggruppamento davanti a Olanda, Polonia e Bosnia. Negli altri raggruppamenti della Serie A della Uefa Nations League hanno agguantato il pass per le Final Four anche Belgio, Francia e Spagna.

L’Italia può vincere la Nations League?

Stando a guardare il confronto fra i vari bookmakers online le chance dell’Italia sono tutt’altro che irrisorie sebbene gli azzurri non partano da favoriti per la conquista della competizione. Al momento per gli addetti del settore sopracitati è la Francia ad avere la quota più bassa relativamente alla vittoria della Nations League, seguita da Belgio (avversario proprio della Francia in semifinale), Italia e infine Spagna. Curiosamente bisogna evidenziare l’abbinamento in semifinale degli azzurri in questa edizione della Nations League. L’avversario della truppa di Roberto Mancini sarà la Spagna. Agli ultimi Europei gli iberici furono affrontati dall’Italia proprio in semifinale, vinta poi ai rigori. Gli iberici avranno, dunque, l’opportunità di rivincita immediata anche se va detto che l’importanza della semifinale di Nations non può essere paragonabile a quella di Euro 2020.

Gli avversari degli azzurri sono, dunque, di livello eccellente. D’altronde, non si tratta soltanto di nazionali che fanno parte della Lega A della Nations League (l’accesso alla Final Four è consentito solo a squadre della massima serie), ma soprattutto che hanno vinto il proprio girone superando altri top team. Il Belgio, ad esempio, ha avuto la meglio nel proprio girone, fra gli altri, dell’Inghilterra; la Francia ha dominato il proprio raggruppamento relegando al secondo posto i campioni uscenti del Portogallo; la Spagna ha lottato contro la Germania per la conquista del primo posto, l’unico utile per la conquista del pass alla Final Four che, va ricordato, si terranno in Italia dal 6 al 10 ottobre.

Articoli correlati

Back to top button