ApprofondimentiSerie A

Napoli, puoi credere allo scudetto: ecco tutti i motivi per sognare

Lo sprint verso il finale di stagione lo stanno dando sicuramente i rientri dei tre giocatori chiave di questo Napoli, ovvero Koulibaly, Anguissa e Osimhen

Nel corso delle ultime giornate di serie A, la lotta scudetto si è fatta sempre più intensa e ci saranno ancora diversi colpi di scena da qui alla fine. Molto difficile fare pronostici calcio per questo finale di stagione, anche per via del fatto che era da diverso tempo che non si vedeva una simile situazione di equilibrio.

E, in effetti, nessuno probabilmente si sarebbe mai potuto attendere uno scenario del genere, con il Milan trascinato in testa alla classifica grazie alle prestazioni di Maignan e Giroud, inseriti tra i migliori giocatori di Febbraio in Serie A, operando il sorpasso nei confronti dei cugini nerazzurri. La squadra di Simone Inzaghi, fino a un certo punto del derby di inizio febbraio, si era praticamente involata verso il secondo scudetto di fila. Con la doppietta dell’attaccante ex Chelsea e Arsenal, ora in forza al Milan, Giroud, invece, è tutto cambiato.

La sconfitta con il Milan non ha scombinato i piani scudetto del Napoli

In tanti erano fermamente convinti che la sconfitta interna allo stadio Maradona dei partenopei contro il Milan, in un vero e proprio scontro diretto, potesse fare decisamente male al Napoli. Invece, gli uomini di Luciano Spalletti hanno mostrato un grande carattere e si sono presi una vittoria decisamente importante su un campo decisamente complicato come quello del Verona, anche per via del fatto che la squadra guidata in panchina da Igor Tudor stava facendo veramente bene nel corso delle ultime giornate.

A fare la differenza, come al solito, manco a dirlo, è stato il bomber di origini nigeriane Osimhen. Non è un caso, infatti, che la sua assenza a cavallo del periodo natalizio aveva messo chiaramente in difficoltà i partenopei. Il terribile scontro con Skriniar aveva fatto temere il peggio a molti, ma l’attaccante africano ha mostrato una pazzesca capacità di riprendersi, guarendo dall’infortunio al volto in modo decisamente rapido, abbreviando anche i tempi di recupero fissati inizialmente. Ed è proprio Osimhen a guidare l’assalto del Napoli allo scudetto: la dimostrazione arriva dalla doppietta con cui ha steso il Verona e ha tenuto in vita il sogno scudetto del Napoli.

Gli azzurri devono tornare a fare punti in casa

Uno degli aspetti che possono fare la differenza da qui alla fine del campionato, nelle nove giornate che rimangono e che decideranno i destini di questa stagione, è sicuramente la costanza di rendimento. Per quanto riguarda gli uomini di Luciano Spalletti, è chiaro che sarà fondamentale trovare una soluzione al tabù Maradona.

A cosa stiamo facendo riferimento? Inevitabilmente al fatto che il Napoli deve provare ad aumentare i giri del motore, facendo in modo che lo stadio di casa torni ad essere quel fortino in grado di garantire tre punti ad ogni allacciata di scarpe. Altrimenti, sarà molto complicato pensare di vincere lo scudetto. Spalletti lo sa alla perfezione ed è questo uno degli aspetti su cui si sta concentrando maggiormente nel corso degli ultimi giorni.

Lo sprint verso il finale di stagione lo stanno dando sicuramente i rientri dei tre giocatori chiave di questo Napoli, ovvero Koulibaly, Anguissa e Osimhen, che a Verona hanno ritrovato il campo insieme dal primo minuto addirittura dopo 112 giorni. Nella volata scudetto potranno fare la differenza, ma servirà acquisire quella fiducia che serve per fare sempre bottino pieno tra le mura amiche.

Nella prossima gara che vedrà gli azzurri contrapposti all’Udinese, una delle bestie nere nel corso degli ultimi anni per la compagine partenopea, sarà fondamentale ottenere i tre punti e tornare a far pesare il vantaggio di giocatore di fronte ai propri tifosi allo stadio Maradona.

Articoli correlati

Back to top button