Coppa Italia

Napoli-Juve vale più di un trofeo: Gattuso contro Sarri, scontro di mentalità

Napoli-Juve vale più di un trofeo: Gattuso vs Sarri, scontro di mentalità. Stasera, alle 21, si assegna la Coppa Italia, primo trofeo in palio dopo la pandemia Covid-19.

Coppa Italia: Gattuso-Sarri, scontro di mentalità

Una finale diversa dalle altre, senza pubblico e tifosi, ma dai mille significati. Una rivalità ormai storica che ha caratterizzato l’ultimo decennio e non solo perché Sarri stasera ritroverà il suo vecchio amore.

Questa volta non potrà dire “Sono contento per i miei ragazzi, se proprio dobbiamo perdere meglio farlo contro il Napoli” come aveva fatto in occasione della sconfitta della “sua” squadra al San Paolo a gennaio in campionato.

Ora c’è una gara secca: 90 minuti più rigori eventuali, non si andrà ai supplementari per portare a casa il primo trofeo della stagione.

Sarri è anche alle prese con il rebus attacco dove non ci sarà Higuain. Ronaldo, nel ruolo di prima punta, non ha convinto contro il Milan e molto probabilmente toccherà a Dybala agire come falso 9 questa sera.

Di fronte un Napoli che ha incarnato alla perfezione lo spirito del suo allenatore Gattuso. Sacrificio e lotta, meno spettacolo ma tanta concretezza. Una squadra capace di soffrire come in semi con l’Inter e colpire al momento giusto.

Due stili di gioco completamente diversi, due mentalità opposte. Il primo round è andato a Gattuso qualche mese fa, ma ora si gioca per un Coppa.

Anche la festa sarà anomala come ieri quella del Bayern Monaco. Maglietta celebrativa, sorrisi, ma senza il calore dei tifosi. Il calcio è cambiato e ci dobbiamo abituare.

 

Articoli correlati

Back to top button