Senza categoria

Napoli, Gattuso: “Non possiamo stare a 15 punti dall’Atalanta”

Napoli, Gattuso: “Questa squadra non può stare a 15 punti dall’Atalanta”. l tecnico azzurro ha parlato anche di mercato: “Milik? Difficile trovare un giocatore più forte”.

Gattuso: “Non si può stare a 15 punti dall’Atalanta”

Dopo la vittoria contro il Genoa, la settima nelle ultime otto partite, l´allenatore partenopeo tocca diversi argomenti: “Callejon ha scritto pagine importanti e non poteva chiudere diversamente – le parole del tecnico a Sky Sport – Questa squadra non può stare 15 punti dietro all’Atalanta. Per noi è difficile trovare un giocatore più forte di Milik”.

Gattuso: “Ora la squadra fa ciò che io chiedo”

“Sono contento – ha detto Gattuso dopo il match del Ferraris – normale che all’inizio del secondo tempo abbiamo commesso qualche errore. Sicuramente dobbiamo ripartire dai primi 7-8 minuti del secondo tempo. A me non sembra che i ragazzi si divertano, fanno fatica, fa caldo, a volte non accettano la critica del compagno”. 

Gattuso: “Dobbiamo creare una mentalità forte e vincente”

“Questa squadra è composta da tanti giovani che possono diventare veramente forti, non possiamo stare a 15 punti dall’Atalanta, questo Napoli oggi non può stare a 15 punti. Per questo dobbiamo sempre guardare la classifica” ha aggiunto il tecnico degli azzurri, che poi ha allontanato il pensiero del Barcellona: “L’obbiettivo adesso è quello di creare una mentalità forte e vincente e avere il meno possibile degli alti e bassi”.

Gattuso: “Stimo Arek ma le cose si fanno insieme”

Poi si passa ai singoli, partendo da Callejon (“José ha scritto pagine importanti per questo club, sette anni importanti e doveva chiudere in questo modo qui, non poteva chiudere in maniera diversa. Per un allenatore avere giocatori così è molto importante”), passando per il gol di Mertens (“Non ci interessa palleggiare, ma arrivare negli ultimi 20 metri con facilità e la squadra lo sta facendo bene”), fino ad arrivare a Milik, che sembra in partenza: “Per noi è difficile andare a trovare un giocatore più forte di Milik ora, però quando un giocatore pensa che è finito un ciclo o vuole cambiare aria bisogna ascoltarlo bene perché se non ha la testa giusta si fa fatica dopo a entrargli nella testa”

Gattuso: “Osimhen e Milik sono molto diversi tra loro”

Al posto del polacco sembra molto vicino Osimhen: “Quando arriverà vi spiegherò cosa cambia con lui”.

Articoli correlati

Back to top button