Serie A

Napoli, De Laurentiis: “Il ricordo di Calciopoli è ancora vivo”

Intervenuto a Radio Kiss Kiss, De Laurentiis è tornato anche su Calciopoli, in merito ai molti errori arbitrali visti in questo periodo, che lo hanno toccato da vicino, soprattutto nella partita con l’Atalanta.

De Laurentiis su Calciopoli

“Il ricordo è ancora fresco: nel 2005 rimasi molto turbato, mi ha segnato. Oggi come oggi è difficile dare fiducia a un sistema particolare. Ci sono arbitri su cui metto la mano sul fuoco, ma è complicato farlo per tutti. Servirebbero cartellini gialli e rossi anche per gli arbitri. Ho sempre sostenuto la chiamata del Var da parte dell’allenatore una per tempo. Si perderebbe molto meno tempo. L’arbitro deve essere l’imparzialità fatta persona: il Var dovrebbe essere di aiuto”.

De Laurentiis su Torino – Juventus

Il patron partenopeo è stato pungolato anche sul fallo di De Ligt durante Torino – Juventus: “Non voglio vedere in casa degli altri, mi preoccupo di casa mia. Non voglio andare a trovare degli alibi. Il problema arbitrale è molto complesso, ma molto serio, e non vuol essere affrontato. Io dico: tabula rasa, tutti a casa”. ADL vuole il pugno duro contro la classe arbitrale, dimostrato dalle parole rivolte contro Nicchi e Rizzoli a fine gara con i bergamaschi, una ferita che è ancora aperta in casa partenopea.

 

Articoli correlati

Back to top button