Serie A

Morto Mino Favini: l’Atalanta piange il suo talent scout

Morto Mino Favini, ex giocatore dell’Atalanta e da anni responsabile del settore giovanile della squadra bergamasca.

Morto Mino Favini, scomparso lo storico talent scout

Nella sua veste di scopritore di talenti, ha lanciato nel mondo del calcio gente come Tacchinardi, Pippo Inzaghi, Montolivo, Pazzini, Borgonovo, Zambrotta, Matteoli, Morfeo, Pazzini, Bonaventura, Caldara e Conti. A questi ha controllato la crescita di ogni ragazzo, in cui diceva di guardare: “Che cosa guardo in un ragazzo? La tecnica, poi spirito di sacrificio e fisico. Ma su tutto pretendo l’educazione, detesto i maleducati“.

Il Mago di Meda (tanti lo chiamavano così) aveva detto in un’intervista: “Il dono che vorrei? Smettere il più tardi possibile per accompagnare i miei amati ragazzi verso un futuro migliore“. L’Atalanta oggi piange il suo amato dirigente, con un post: “Un incredibile talent scout ma prima di tutto un uomo, un grande uomo. Il Presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta partecipano commossi al dolore dei familiari per la scomparsa di Mino Favini. Ciao grande Mino…”.

Pasquale Barbato

Avvocato per passione, giornalista di professione, Pasquale Barbato ha una sola missione: la sta ancora cercando. Tifoso del Napoli, ama i motori, la buona cucina e la sua fidanzata

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button