ApprofondimentiMondiali

Mondiali, ecco le innovazioni VAR: massima trasparenza con i tifosi

Si sta per calare il sipario sul palcoscenico dei Mondiali in Russia. L’Italia come risaputo sarà la grande assente, insieme all’Olanda, di questa edizione. Novità importante è però l’introduzione del Var con novità che saranno poi introdotte anche in Serie A, dopo accurata preparazione degli arbitri e delle infrastrutture adeguate.

La Fifa Var Room di Mosca

La prima novità importante è che le partite del Mondiale saranno arbitrate da Mosca a prescindere da dove si giochino. Esiste un VOR (una stanza per le operazioni video) creata dalla IBC (International Broadcast Centre) nella capitale russa. La Fifa Var Room è collegata a tutti gli stadi grazie ad una sofisticata rete in fibra ottica che collega il paese.

Il numero di arbitri Var

Altra novità importante è il numero  degli arbitri che si occuperanno del Var, si passa dai 2 a cui siamo abituati ai ben 4 per un singolo incontro. Sarà sempre uno per l’uomo collegato all’arbitro che prende le decisioni in campo. L’Avar1 avrà il compito di continuare a seguire sugli schermi lo svolgimento del gioco così da non perdere nulla nei momenti in cui il Var principale sarà impegnato in un silent check (controllo silenzioso). All’Avar2 è stata data la consegna di occuparsi unicamente del fuorigioco e avrà a disposizione telecamere aggiuntive. Infine l’Avar3 sarà una sorta di sovrintendente rispetto alle operazioni dei colleghi. Rafforzato ed implementato il numero di telecamere negli stadi per avere una visione completa delle azioni. In generale ogni stadio sarà dotato di 33 telecamere il cui segnale sarà convogliato nella VOR di Mosca.

La novità del maxi schermo

Questa è probabilmente la novità più interessante anche per i tifosi allo stadio e riguarda non il regolamento, ma la comunicazione. Al contrario di quanto vediamo in Italia, al Mondiale gli spettatori potranno riceve in tempo reale una spiegazione di quanto sta accadendo tra l’arbitro in campo e la Fifa Var Room. Verrà innanzitutto segnalato all’istante il motivo dell’eventuale interruzione di gioco e cosa gli arbitri stanno valutando. Ma l’idea è quella di trasmettere sui maxi schermi le immagini attraverso le quali Var ed arbitro hanno deciso di modificare o confermare una decisione. In sostanza rendere più trasparente possibile questo nuovo processo tecnologico applicato al calcio.

Mirko Matteoni

Mirko Matteoni, classe 1986, napoletano doc. Responsabile di TuttoCalcioNews dal 2017, vanta numerose collaborazioni con testate nazionali ed internazionali. Ama viaggiare (se solo potesse), adora il Cilento e la buona cucina.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button