Serie A

Milan: i numeri e la cabala dicono che alla fine sarà scudetto ?

Pioli è partito come Capello nel 1995/96 e Ancelotti nel 2003/04: a fine anno era arrivato il titolo

Lavorare a fari spenti è una delle caratteristiche di Stefano Pioli, da sempre. Lo stesso Ibrahimovic infatti non si è sbottonato più di troppo sull’argomento ma due precedenti possono far sognare i tifosi rossoneri.

Milan: i precedenti con Capello e Ancelotti

“I conti si fanno alla fine” ha detto Pioli dopo la vittoria ad Udine. Giocando con le statistiche, è interessante tornare alle stagioni 1995/96 e 2003/04.

In quelle due annate, il Milan aveva iniziato il campionato come quest’anno, ovvero vincendo cinque delle prime sei partite. A fine stagione, per Capello e Ancelotti fu scudetto, ecco perché i numeri sorridono a Pioli.

A Milanello possono essere ben felici per la capacità della squadra di vincere le partite giocate bene ma anche di portare a casa quelle più “sporche”, come accaduto ieri.

Ibrahimovic: 7 gol in quattro partite di campionato

Il guizzo decisivo è arrivato dal solito Ibra, ma è proprio il gruppo nel suo insieme a dare sempre risposte puntuali.

Non e’ un caso che il Milan sia l’unica squadra ad aver segnato il primo gol della partita in tutti gli incontri disputati finora in questa Serie A.

Milan: l’obiettivo resta qualificarsi in Champions

Inoltre i rossoneri vanno in rete da 26 match consecutivi di campionato, solo nel 1949 (27) e 1973 (29) era riuscito a fare meglio.

Forse non saranno ancora numeri per sognare lo scudetto ma di sicuro è un buon viatico per la qualificazione alla prossima Champions League.

Articoli correlati

Back to top button